Sabato, 18 Settembre 2021
Politica

Rimpasto di giunta, l'opposizione chiede chiarimenti: “Il sindaco non ha ritenuto di giustificare le scelte adottate”

L’intervento di Alessandro Gentiletti a nome delle minoranze: “Dimostra la sua debolezza e la consapevolezza di aver fatto, probabilmente, una scelta profondamente sbagliata”

foto Giacomo Sirchia

Un nuovo rimpasto di giunta annunciato nei giorni scorsi che ha suscitato, soprattutto dai banchi -al momento virtuali – dell’opposizione, un nugolo di polemiche. Nel corso della seduta di mercoledì 30 giugno i consiglieri di minoranza hanno chiesto delucidazioni a Leonardo Latini, a seguito delle decisioni adottate ed ufficializzate. Nella fattispecie la revoca degli incarichi assegnati all’ormai vice sindaco ed assessore alla cultura Andrea Giuli, l’ingresso nell’esecutivo di Federico Cini e Maurizio Cecconelli e la ripartizione di alcune deleghe.    

“Abbiamo chiesto a Latini le motivazioni che hanno spinto a rimuovere Andrea Giuli dall’incarico di vice sindaco ed assessore alla cultura” afferma Alessandro Gentiletti (Senso Civico) a nome di tutti i gruppi consiliari dell’opposizione. “Inoltre se ci sono stati degli errori commessi e quali. Inoltre spiegare lo spacchettamento delle deleghe turismo-cultura-organizzazione eventi. A nostro avviso – sostiene Gentiletti – tale frazionamento indebolisce le politiche che rappresentano. Crediamo sia davvero difficile poter parlare di cultura senza abbinare turismo ed organizzazione degli eventi. Tuttavia – aggiunge – il primo cittadino ha reputato di non dare alcuna giustificazione. È rimasto in silenzio, pensando di farla franca da un punto di vista meramente politico, come spesso accaduto da tre anni a questa parte. Infine dimostra la sua debolezza e consapevolezza di aver adottato, probabilmente, una scelta profondamente sbagliata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimpasto di giunta, l'opposizione chiede chiarimenti: “Il sindaco non ha ritenuto di giustificare le scelte adottate”

TerniToday è in caricamento