rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Elezioni Terni 2023, Latini pronto al bis: “Sono disponibile a proseguire quello che ho iniziato”

Il sindaco “apre” alla ricandidatura: “Abbiamo fatto tante cose nonostante le difficoltà. Con me c’è una giunta unita che ha portato un valore aggiunto all’amministrazione del territorio”

“Sono disponibile a proseguire quello che ho iniziato”. Con queste parole il sindaco di Terni, Leonardo Latini, ha risposto alla domanda sulla sua possibile ricandidatura in vista delle elezioni amministrative del 2023. Lo ha fatto ieri sera partecipando alla trasmissione televisiva Nero su Bianco, in onda su Umbria+ e condotta da Laurent De Bai.

“Abbiamo fatto tante cose nonostante le difficoltà”, ha detto Latini ripercorrendo questi suoi quattro anni alla guida di Palazzo Spada, partendo dal dissesto economico che ha travolto l’ente (“Sono state avanzate richieste per cento milioni di euro, una cifra da far tremare i polsi”) fino ad arrivare alla pandemia da Covid19.

“Con me – ha aggiunto – c’è una giunta coesa che ha portato un valore aggiunto all’amministrazione del territorio”.

Numerosi i temi toccati dal cittadino nel corso della trasmissione: dalla sanità ai rifiuti, passando per la riqualificazione urbana e la promozione turistica.

“La sanità pubblica – ha detto – è un presidio di civiltà”. E ringraziando gli operatori per il lavoro svolto in modo particolare in questi ultimi due anni di emergenza sanitaria, Latini ha sottolineato l’importanza per Terni di avere un nuovo ospedale che dia spazio alle eccellenze e che funzioni da attrattore anche per i territori limitrofi come il nord di Roma, il Reatino e il Viterbese. Tutto questo, in sistema che veda insieme l’ospedale comprensoriale Narni-Amelia e la “clinica privata”, condizione essenziale perché la Ternana costruisca il nuovo stadio Liberati, il cui progetto è stato presentato nella giornata di ieri.

Sui rifiuti, Latini ha ribadito il suo “no” alla possibilità che Terni ospiti un nuovo inceneritore per le “condizioni obiettive di inquinamento” della città, aprendo invece al nuovo impianto di stoccaggio dei fanghi e al polo impiantistico per il recupero di plastica e carta che fanno parte del dossier preparato negli ultimi mesi dalla Regione Umbria per accedere ai fondi del Pnrr.

L’ultimo passaggio del suo intervento, Latini lo ha rivolto al fatto che Terni e il suo territorio sono stati “raccontati male”. “Dobbiamo recuperare l’orgoglio di essere ternani. E come sindaco di pongo l’obiettivo di non mandare perso neanche un euro delle importanti risorse che abbiamo a disposizione”.

Le reazioni

L’apertura del sindaco alla possibile ricandidatura in vista dell’appuntamento elettorale del prossimo anno sta suscitando reazioni nel mondo politico ternano. Federico Brizi, capogruppo della Lega in consiglio comunale, perla di “quattro anni di tante cose realizzate per la città raccontati dal nostro sindaco. Sono veramente contento che Leonardo Latini intenda proseguire in questa esperienza che tanto sta dando a Terni. Una città più sicura con la videosorveglianza, più pulita con cantieri terminati e altri aperti, tanti progetti per mobilità e viabilità, idee di qualità per urbanistica ed edilizia. Una città solidale con un welfare di primo ordine. Abbiamo ancora tanto da fare e manterremo i nostri impegni”.

Alessandro Gentiletti (Senso civico) dice invece che “finalmente il sindaco è intervenuto nel dibattito pubblico della città, quello dal quale è più o meno assente da quando è stato eletto, come speranza tradita di rinnovamento e punto di rottura con i meccanismi del passato. Lo fa per affrontare il tema che evidentemente ha più a cuore, non la questione ambientale, lavorativa, generazionale e dell’emancipazione dal capoluogo di regione o gli altri problemi e opportunità della città... lo fa per annunciare, quando manca ancora più di un anno alle elezioni, la sua ricandidatura. Devo ammetterlo: è coraggioso e generoso”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Terni 2023, Latini pronto al bis: “Sono disponibile a proseguire quello che ho iniziato”

TerniToday è in caricamento