menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Superbonus e canoni idrici, incentivi a favore delle società sportive: “Un tavolo di confronto per sostenere il comparto”

Il dibattito nel corso della terza commissione da remoto dopo l’atto presentato dalla Lega: “Bene la norma del governo Draghi”

Un comparto in grande sofferenza, a causa della perdurante emergenza sanitaria. Nel corso della terza commissione consiliare da remoto è stato esaminato un atto di indirizzo presentato – a nome di tutto il gruppo – da Devid Maggiora denominato: “Impianti comunali concessi alle associazioni sportive, super bonus e costi tariffa idrica”. Secondo il consigliere della Lega: “E’ compito dell’amministrazione incentivare e sostenere il settore in difficoltà. Alcune delle attività sportive vengono svolte all’interno di strutture comunali. È dunque molto importante esaminare il tema, aprire un confronto ed aprire ad eventuali interventi. Per i canoni idrici chiediamo di applicare una tariffa pari a quella dei pubblici edifici. In tal senso lo scorso 18 marzo il decreto legislativo del governo Draghi, attuando una norma precedente, va in questa direzione. In un momento di incertezza è opportuno dare delle certezze poiché, sotto certi punti di vista, è diventato quasi un lusso fare sport”.

Sul tema sono intervenuti i consiglieri Paola Pincardini (Uniti per Terni); Federico Pasculli (Movimento Cinque Stelle); Alessandro Gentiletti (Senso Civico), Doriana Musacchi (Gruppo Misto), Lucia Dominici (Forza Italia) ed il presidente Federico Brizi (Lega). “Il decreto attuativo rientra in un piano di ristori” ha affermato l’assessore allo sport Elena Proietti che ha ricordato come la pandemia si è duramente abbattuta su associazioni e società sportive. Sulla possibilità di fruire del superbonus ha aggiunto: “L’allungamento della durata delle convenzioni, riguardante la gestione degli impianti, era stato votato da una delibera che autorizzava tutto ciò. Sentita l’autorità garante abbiamo fatto una modifica. Dopo diverse riunioni è stata inserita la possibilità di un allungamento, a seconda dell’investimento fatto, sulle nuove convenzioni, fino ad un massimo di vent’anni”. Interessamenti e sondaggi: “Ad oggi ho ricevuto delle richieste informali all’ufficio sport, per ciò che concerne interventi per superbonus legati ad ampliamento e ristrutturazione. Al momento dunque posso affermare che sono stati allacciati dei contatti”.

Come anticipato il gruppo consiliare della Lega, aveva espresso il proprio parere, specificando inoltre: “È fondamentale agire tempestivamente per dare un po’ di sollievo alle società sportive che gestiscono degli impianti, garantendogli la possibilità di svolgere le loro attività con maggiore serenità e permettendogli di liberare preziose risorse economiche da destinare alla crescita, allo sviluppo e alla valorizzazione dei giovani e dello sport locale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento