rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Politica

Terni, Stefano Fatale nuovo coordinatore provinciale di Forza Italia

Il neo eletto prende il posto di Sergio Bruschini a distanza di nove anni: “Ringrazio tutti gli iscritti che hanno avuto fiducia in me”

Stefano Fatale è il nuovo coordinatore provinciale di Forza Italia a Terni. L'ex assessore della giunta Latini è stato eletto ‘per acclamazione’ in occasione del congresso provinciale del partito azzurro che ha avuto luogo sabato 25 novembre. Vice coordinatore provinciale è stata eletta Francesca Fiorucci, di Calvi dell'Umbria ed ex consigliere provinciale. Fatale prende il posto del narnese Sergio Bruschini, coordinatore provinciale di FI Terni per 9 anni, dal 2014 ad oggi. I lavori sono stati presieduti dall’onorevole Alessandro Battilocchio e hanno visto la partecipazione dei parlamentari Raffaele Nevi e Fiammetta Modena, il sindaco di Perugia Andrea Romizi, la presidente della Provincia di Terni Laura Pernazza, l’assessore regionale Roberto Morroni, il capogruppo di FI in consiglio comunale a Terni Francesco Ferranti. 

Sono 18 i membri del nuovo coordinamento provinciale guidato da Fatale: Sergio Bruschini, Roberto Meffi, Giovanni Pacifici, Filippo Dzieceleski, Gabriele Bonifazi, Marco Benucci, Lucia Dominici, Benedetta Salvati, Rita Valentini, Elia Franciosa, Doriana Musacchi, Fabio Carloni, Giandomenico Faustini Pongelli, Vanio Ortenzi, Valerio Mecarelli, Marco Bonfiglio, Paolo Cicchini ed Elisabetta Manini.

“Con poca fatica - ha dichiarato Nevi -  si è riusciti a trovare una unità vera di fondo, che ci ha permesso di eleggere Stefano Fatale. Il congresso ternano ha dunque sancito la volontà di Forza Italia di essere protagonista nella provincia di Terni. Ora andremo avanti per spingere con grande determinazione quello che dovrà essere un ancora più incisivo radicamento territoriale, in vista dei congresso comunali in programma nel corso del prossimo anno”.

“Accolgo con grande soddisfazione - le parole del neo eletto Fatale - l’incarico che mi è stato affidato e dunque ringrazio tutti gli iscritti che hanno avuto fiducia in me. Mi appresto a guidare un partito in grande crescita, forte e consapevole di essere la realtà più moderata del centrodestra”. 

“Sono iscritto a Forza Italia dal 1995 e dal 2002 la rappresento, come capogruppo, in seno al consiglio comunale di Narni - l’intervento di Bruschini -. Dal 2014 ad oggi sono stato coordinatore provinciale del partito ed ora, dopo ben 9 anni, ho deciso di fare un passo indietro per permettere il rinnovamento necessario. Non nascondo la forte emozione provata nel prendere questa decisione. Sono stati anni vissuti intensamente e sempre in prima linea, con responsabilità e dedizione, in un contesto dove le relazioni umane e di amicizia sono state un collante che ha superato il livello della politica. Intensi e memorabili sono state le occasioni nella quali ho avuto il grande onore di incontrare personalmente il nostro presidente Berlusconi. Lascio oggi un partito in fase di riorganizzazione e per questo continuerò ad impegnarmi per affermare i nostri valori e far sì che si rafforzi sempre più una classe dirigente autorevole e credibile. A Stefano Fatale passo un testimone non facile da gestire, ma lui è un uomo preparato e capace, nato e cresciuto dentro alla politica, grazie alla grande figura del suo papà. Per quanto mi riguarda sarò delegato al congresso nazionale e rimarrò nel direttivo provinciale. Prossimamente entrerò nel direttivo regionale del partito ed avrò maggiori responsabilità. Il lavoro, insomma, continua”.

“Questa nomina - ha concluso Francesca Fiorucci - rappresenta per me una grande soddisfazione. Sono entrata in Forza Italia nel 2010, quando ci chiamavamo ancora Popolo delle Libertà. Il mio nome è stato scelto per dare rilievo ai territori, che all'interno di Forza Italia hanno un peso importante e di questo ne sono molto orgogliosa. Auguri a Stefano Fatale nuovo coordinatore”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, Stefano Fatale nuovo coordinatore provinciale di Forza Italia

TerniToday è in caricamento