Appello anti-evasori, Orsini: macchinetta della propaganda che serve a creare un alibi all’incapacità della giunta

Il consigliere comunale del Partito democratico attacca l’esecutivo di Palazzo Spada: pagare le tasse è un dovere anche degli amministratori, giudicheranno i ternani

L’appello anti-evasione di sindaco e giunta comunale non poteva lasciare indifferente il mondo della politica ternana. “Pagate le tasse”, ha detto il sindaco in un video postato su facebook. “Pagare le tasse è un dovere sancito dalla Costituzione – dice Valdimiro Orsini, consigliere comunale del Partito democratico – non la risposta ad un invito politico”.

GUARDA – L’appello di sindaco e giunta ai ternani: pagate le tasse

“L’appello del sindaco e della giunta di Terni – commenta Orsini – è irreale, irrispettoso verso tutti i ternani che pagano con regolarità le tasse, le imposte, le multe. Irrispettoso anche verso quei consiglieri comunali – sia di maggioranza e minoranza – che hanno sempre fatto il loro dovere di buoni cittadini. In quella giunta ci sono persone che si sono messe in regola con il pagamenti al Comune solo dopo che il sottoscritto, un anno fa, ha sollevato il caso in consiglio comunale. Solo dopo la mia denuncia pubblica hanno messo mano al portafogli saldando i debiti personali o delle loro aziende. Questi sono i fatti”.

LEGGI – Il “buco nero” dei conti pubblici di Terni

E sempre in merito a quella giunta – prosegue Orsini - chiediamo se tutti paghino le tasse locali a Terni o se lo facciano in altri comuni, perché non hanno la residenza a Terni anche se la loro presenza nella nostra città è quotidiana. Questa è una domanda”.

Il videomessaggio del sindaco e della giunta serve solo alla loro macchinetta della propaganda, per continuare a crearsi l’alibi della loro incapacità amministrativa, parlando del passato. Errori sul dissesto evidenti e innegabili, i ternani pagano quegli errori, è fuori di dubbio. Così come hanno pagato i 630mila euro di ricapitalizzazione di Afm, dopo messi di braccio di ferro tra l’assessore epurato dal sindaco e il precedente cda di FarmaciaTerni. I ternani pagano anche la giunta e il sindaco più costosi degli ultimi dieci anni. Quella foto di famiglia alla collettività ternana costa almeno 430mila euro l’anno, comprese le indennità di chi è residente altrove”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LEGGI – Lotta all’evasione: i risultati beffa di Terni, “Cenerentola” d’Italia

Infine un invito a tutti i ternani: nel sito del comune di Terni sono pubblicate le dichiarazioni dei redditi di tutti gli amministratori comunali. Ognuno può farsi un’idea su quelle denunce dei redditi, e giudicare se in quell’appello a pagare ci sia autorevolezza e credibilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, nuovo balzo dei ricoverati e cinque decessi. A Terni cresce di cento unità il numero di Covid+

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento