Politica

Farmacie, il M5S vuole vedere le carte di Dominici

De Luca: "Il salvataggio sarebbe una vittoria per la città, aspettiamo di leggere la delibera della Giunta"

Thomas De Luca (M5s)

"Aspetteremo domani, in commissione, per vedere la delibera di Giunta sulle farmacie e il suo dispositivo: nel caso in cui le parole corrisponderanno ai fatti, potremmo pensare al ritiro della nostra proposta di delibera valutando nel contempo quella presentata dalla Giunta. Il tutto perché a noi non interessa mettere la bandiera su questo importante risultato, anche se il nostro intervento ha indubbiamente evitato il disastro e salvato le farmacie".

Il consigliere comunale del M5S, Thomas De Luca, vuole scoprire le carte dell'assessore alle Partecipate, Fabrizio Dominici, che a Terni Today aveva annunciato la presentazione di una delibera che consentirà al Comune di bloccare la procedura di vendita ed evitare la liquidazione forzata altrimenti prevista dalla legge Madìa. Una mossa che raccoglie proprio le indicazioni dei pentastellati che avevano presentato una proposta di delibera "salva farmacie" che sarà discussa domani pomeriggio in terza commissione.

"Siamo disponibili a collaborare all'interno di un percorso condiviso di rilancio e di ristrutturazione della società, con un nuovo piano industriale. Sosteniamo le istanze di trasparenza e rigore avanzate dall'assessore Dominici. Fanno parte del nostro approccio alla gestione all'amministrazione, così come una visione laica sulla gestione dei servizi nella tutela dell'interesse pubblico. Apprezziamo molto che abbia dimostrato indipendenza da chi è stato sempre in netta continuità con il sistema precedente, non facendo mai mancare il soccorso necessario alla sua sopravvivenza. Auspichiamo  - conclude De Luca - una celere risoluzione perché riteniamo questo risultato una grande vittoria per i lavoratori, per l'ente e per tutti i cittadini ternani".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmacie, il M5S vuole vedere le carte di Dominici

TerniToday è in caricamento