Sabato, 20 Luglio 2024
Politica

Terni, il sindaco Stefano Bandecchi su Arvedi: “Si sta comportando male, se la città non gli piace può tornare a Cremona”

Il primo cittadino in consiglio comunale sulla proprietà di Acciai Speciali Terni: “Tolto lavoro ad aziende e messi in cassa integrazione i lavoratori. Da imprenditore, le sue istanze sono ridicole”

Secondo consiglio comunale da clima caldo quello di giovedì mattina a palazzo Spada. Dopo un botta e risposta con le opposizioni, durante l’intervento sulle linee programmatiche il sindaco Stefano Bandecchi, tra i vari temi, ha speso parole anche su Acciai Speciali Terni, in particolare sul gruppo Arvedi proprietario delle acciaierie. 

Dopo l’annuncio dell’assessore Mascia Aniello nei giorni scorsi sull’invio delle prime lettere riguardante lo stato sull’impatto ambientale in città dell’azienda, il sindaco si è così espresso: “Arvedi si sta comportando male con Terni e con i cittadini. Oggi ho fatto scrivere all’azienda perché l’inquinamento fa più schifo di ieri e l’aria è malsana. Terni è la città più inquinata d’Italia, con un tasso di tumori raddoppiato sia in età adulta che nell’infanzia”. 

“Arvedi ha chiuso le porte ad aziende ternane, messo centinaia di lavoratori in cassa integrazione, dichiarato di voler pagare meno l’energia elettrica quando è un problema di portata nazionale. Da imprenditore dico che le sue istanze fanno ridere. Da sindaco, penso che andrò al ministero a dire che il miliardo che Arvedi pretende lo potrà avere se condividerà le linee industriali con la città. Deve rispettare la città, altrimenti può stare a Cremona”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, il sindaco Stefano Bandecchi su Arvedi: “Si sta comportando male, se la città non gli piace può tornare a Cremona”
TerniToday è in caricamento