rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Politica

Comune di Terni, nuovo Dup approvato dal consiglio: “Arriva il cambio di passo”

Con 20 voti favorevoli e 10 contrari, via libera al primo documento unico di programmazione dell’era Bandecchi: “Le nostre strategie partono dai fatti, reali e indiscutibili”. Il testo integrale

Via libera del consiglio comunale al nuovo documento unico di programmazione. Nella seduta di venerdì, con 20 voti favorevoli e 10 contrari, il primo Dup dell’era Bandecchi è stato approvato dall’aula. “Si tratta in particolare - fa sapere Palazzo Spada - di 9 ambiti di intervento, declinati in altrettante parole-azione a loro volta articolate in obiettivi strategici. Queste parole-azione includono strategie per crescere, collaborare, meravigliare, attrarre, trasformare, movimentare, sperimentare, accompagnare e rispettare, il percorso da realizzare per consentire la valorizzazione e lo sviluppo di Terni”. 

IL TESTO INTEGRALE: dup terni 2024 

“La linea d’indirizzo - ha dichiarato Stefano Bandecchi, sindaco di Terni - deriva dal programma elettorale. Siamo arrivati a un bilancio che è la base per realizzare il cambiamento che questa città sta aspettando. Non potevamo accontentare tutti, la liquidità è di circa 100 milioni di euro che si riassume in una liquidità oggettiva di 80 milioni l’anno. Sono stati accumulati debiti che impegnano 17 milioni l’anno, quindi rimangono all’incirca 63 milioni e, se consideriamo le spese stipendiarie che ammontano a 30 milioni l’anno, la liquidità si riduce ancora di più. 

“Detto questo - ha continuato il primo cittadino - le nostre strategie partono dai fatti, reali e indiscutibili, per costruire un programma di sviluppo che sia credibile. Abbiamo preso delle decisioni, la prima è l’utilizzo minimale dei mutui, la seconda è sanare la carenza di sicurezza, la terza è parlare con le multinazionali per trovare il modo di aumentare l’occupazione. Abbiamo voluto un nuovo documento di programmazione per la necessità di rimarcare un cambio di programma e, consentitemi, un cambio di passo”. 

Su 13 emendamenti presentati dalle opposizioni di centrosinistra e di centrodestra, il consiglio comunale ne ha approvati 8 (sottoscrizione dell’accordo di programma per Ast, presenza dei defibrillatori nelle palestre comunali, collaborazione nel welfare con le associazioni di volontariato e il Cesvol, istituzione di un fondo da 30 mila euro per il pagamento delle bollette delle famiglie in stato di povertà, manutenzione straordinaria a Collescipoli di tre edifici di particolare pregio e di proprietà comunale palazzo Catucci/sede comunale/chiostro di Santa Cecilia, compartecipazione delle rette psichiatriche, cittadella dell’amicizia) mentre uno è stato ritirato e 4 bocciati.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Terni, nuovo Dup approvato dal consiglio: “Arriva il cambio di passo”

TerniToday è in caricamento