rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Politica

“Il centro di riferimento regionale per i disturbi comportamentali di Terni ha bisogno di sostegno e non di attacchi”

Il gruppo consiliare Fd’I richiede “audizioni esaustive” in sostegno della struttura: “Vogliamo approfondire e dare voce al grande lavoro che quotidianamente viene svolto da tutti gli operatori del reparto di neuropsichiatria infantile di Terni”

Il centro di riferimento regionale Adhd di Terni è stato creato e pensato per essere un centro di eccellenza a livello appunto regionale, chiamando per dirigerlo nel 2017 un esperto tra i migliori del campo, il professor Augusto Pasini, che porta avanti con grande passione e professionalità il suo lavoro e quello del suo team.

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia ha richiesto alla commissione comunale di competenza, la seconda commissione, un’audizione che si spera vedrà auditi il professor Pasini per il centro di riferimento regionale Adhd, un referente dell’Università di Perugia, l’assessore alla scuola Cinzia Fabrizi, e poi in seconda battuta l’assessore regionale Luca Coletto e la presidente della terza commissione regionale con delega alla sanità Eleonora Pace.

Grazie a queste audizioni richieste – pienamente in linea con il modo di operare di Fd’I sul territorio che pone grande attenzione alle nostre eccellenze per aiutarle a superare eventuali problematiche senza fare falsa demagogia ma andando al cuore delle situazioni – si vuole approfondire e dare voce al grande lavoro che quotidianamente viene svolto da tutti gli operatori del reparto di neuropsichiatria infantile di Terni che, seppur con troppe poche risorse economiche e conseguente penuria di personale, si dedicano anima e corpo ai bambini, ai ragazzi e alle rispettive famiglie con disturbi del neurosviluppo.

I vari attori che concorrono a formare la rete sociale necessaria a sostenere il lavoro svolto dal centro di riferimento regionale Adhd si avvicenderanno per dare risalto e approfondire almeno argomenti richiesti dal gruppo consiliare di Fd’I tra cui: resoconto sull’attuale incidenza del fenomeno dell’Adhd rispetto ad altre problematiche psicologiche tra la popolazione in età evolutiva e adulta; confronto sul dato effettivo della mancanza delle figure di neuropsichiatri infantili a livello locale e nazionale e possibili risoluzioni a cui si aggancia direttamente la richiesta di intervento di referente dell’Università di Perugia sulla possibilità concreta e/o piuttosto la volontà di ripristino della scuola di specializzazione in neuropsichiatria infantile presso la facoltà di medicina e chirurgia dell’Università di Perugia; ragguagli sulle iniziative messe in opera dal centro di riferimento regionale per l’Adhd; infine, ma non da ultimo, si richiede alle autorità regionali competenti lo stato dell’arte riguardo la proposta di legge di iniziativa dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Eleonora Pace e Marco Squarta Atto n. 1159 “Norme sui disturbi del neurosviluppo” attualmente al vaglio della commissione consiliare competente della Regione Umbria.

Aspettiamo con grande trepidazione che la presidente della seconda commissione, Rita Pepegna, riesca a raccogliere le varie disponibilità dei referenti richiesti per dare luce e risalto non solo a problematiche ma anche al lavoro silenzioso e senza sosta di persone persone che ogni giorno, in questo campo della sanità, si dedicano anima e corpo al proprio ruolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Il centro di riferimento regionale per i disturbi comportamentali di Terni ha bisogno di sostegno e non di attacchi”

TerniToday è in caricamento