rotate-mobile
Politica

Terni, Stefano Bandecchi e quei consiglieri comunali “disoccupati in cerca di stipendio”

Commento acceso del sindaco durante il programma ‘L’aria che tira’ su La7 e scatta subito la polemica. Maria Grazia Proietti (Pd): “Mi aspetto delle scuse”

Altro giorno, altra polemica legata ai commenti e alle considerazioni del sindaco di Terni, Stefano Bandecchi, nei confronti dei consiglieri comunali. Dopo il botta e risposta sul linguaggio adottato dal primo cittadino durante l’ultimo consiglio comunale, giovedì mattina è andata in scena un'altra polemica. 

In diretta nel programma televisivo ‘L’aria che tira’ su La7, il conduttore David Parenzo ha imbeccato così il sindaco: “Lei però un giorno sì e l’altro pure litiga con qualcuno in quel tormentato consiglio comunale che sembra Saigon alle volte”. 

Pronta la risposta di Bandecchi: “Quel consiglio comunale comunale, come il parlamento, è molto mal frequentato. L’unico sano è il sindaco, gli altri sono inopportuni, disoccupati in cerca di stipendio”. Parenzo incalza di nuovo, “Bandecchi, ma perché si mette nei guai da solo”, altra pronta risposta del sindaco a chiudere l’argomento: “Quali guai? Non si dispiaccia per me”. 

L’intervento ha subito fatto scattare la bagarre politica. Prima a rispondere, via social, Maria Grazia Proietti, consigliere comunale del Pd: “Caro signor sindaco, non so a quali componenti del consiglio comunale si riferisca. Nel mio caso il mio curriculum consegnato, come prevede la legge, al momento della mia elezione al consiglio comunale, forse non lo ha letto. Non sono mai stata disoccupata, ho svolto la professione più bella del mondo per 40 anni all’ospedale di Terni, dove ho avuto anche il privilegio di diventare direttore della geriatria. Successivamente ho svolto e svolgo con grande soddisfazione la professione di geriatra. Mi sono laureata con 110 e lode ed ho conseguito due specializzazioni, una in geriatria alla prestigiosa università Gemelli di Roma con 70 e lode ed un’altra in medicina interna all’università dell’Aquila sempre con 70/70 e lode. Non per elogiarmi ma perché è la verità. Tralascio tutto il resto del curriculum. Se poi qualcuno è disoccupata sia responsabile delle sue parole e non offenda i disoccupati, lo si può essere per tanti motivi e non è certo lei a ridicolizzarli in tal modo. Aspetto sue scuse – conclude – e soprattutto scuse a chi disoccupato lo è suo malgrado. Riguardo al fatto di essere inopportuno, è sicuro che inopportuni siano i consiglieri comunali?”. 

"Esprimo solidarietà a tutti i consiglieri comunali di Terni - ha dichiarato David Maggiora, segretario comunale Lega Terni - di maggioranza e di opposizione, attaccati dal sindaco Bandecchi nel corso della trasmissione 'L'aria che tira' di La7 e offesi nella loro dignità. Affermare di essere 'l'unico sano' in consiglio comunale e di avere a che fare con 'disoccupati in cerca di stipendio' è qualcosa di vergognoso, una mancanza di rispetto nei confronti dei tanti professionisti, lavoratori e dipendenti che svolgono la politica come passione e non certo come professione, considerando che lo stipendio medio di un consigliere comunale non arriva alle 400-500 euro al mese. Sorprende che questa volta Bandecchi non si sia limitato a offendere chi siede tra i banchi dell'opposizione, ma abbia generalizzato il suo pensiero, comprendendo anche gli assessori della sua giunta e i consiglieri comunali di Alternativa Popolare. Sinceramente non comprendiamo i motivi di tanto astio, ma ci preme sottolineare che mai prima d'ora le istituzioni hanno toccato un livello così basso nei modi di porsi alla città e ai suoi rappresentanti. Per colpa del sindaco, Terni è stata ancora una volta messa in ridicolo agli occhi del Paese. Ora basta". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, Stefano Bandecchi e quei consiglieri comunali “disoccupati in cerca di stipendio”

TerniToday è in caricamento