rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Politica

Terni, Stefano Bandecchi: “Deleghe ad animali e ambiente restano a me, a Iapadre quella sul verde pubblico”

Il sindaco dopo le dimissioni dell’ormai ex assessore Mascia Aniello: “Nessun sessimo. Elisa D’Amico collaborerà con me sulla questione relativa ai cani abbandonati”

C’è anche la situazione relativa alle dimissioni dell’ormai ex assessore all’ambiente Mascia Aniello tra i temi trattati dal sindaco di Terni, Stefano Bandecchi, nel day after dell’elezioni europee. Il primo cittadino sottolinea che “animali e ambiente restano a me, all’assessore Marco Iapadre andrà il verde mentre Elisa D’Amico mi darà una mano sulla questione relativa ai cani abbandonati”. 

Sulla decisione dell’Aniello, Bandecchi afferma: “Scelta personale dell’Aniello che ha litigato con un altro assessore, parliamo di Cardinali. Certo, ci sono molti testimoni, non c’è stato nessun sessimo. Noi abbiamo scoperto che la signora Aniello era incinta dalla stampa. Non vorrei diventare sessista ma queste sono situazioni di basso livello. Non cambieremo assessore, le deleghe ad ambiente e animali restano a me perché mi sono rotto delle associazioni. Iapadre invece si occuperà del verde pubblico. Noi siamo qui e come sempre promesso a Terni ci sarà l’acciaio e ci sarà meno inquinamento”.  

“Per quanto riguarda i cani - continua il sindaco - noi li vogliamo dare in adozione perché la città non può spendere due milioni di euro l’anno per dar da mangiare a cani che qualcuno aveva comprato e poi abbandonato. Elisa D’Amico mi darà una mano”. 

La nota di Palazzo Spada

“Faccio all’ex assessora Mascia Aniello - dichiara il sindaco Stefano Bandecchi - un sincero in bocca al lupo per tutte le sue cose. La ringrazio per quanto ha fatto in questo anno con passione e determinazione. Ho provveduto a ridistribuire le sue deleghe in giunta. Ho deciso di tenere nelle mie mani l'ambiente perché si tratta di una materia di grande impegno che richiede tutta l'autorevolezza di chi è sindaco. Sull’ambiente non farò sconti a nessuno. La salute dei cittadini viene prima di ogni altra cosa, l’ho detto in campagna elettorale e questo sto facendo. Questa cosa vale per tutti, ad iniziare dalle grandi aziende. Ad Ast abbiamo chiesto e ottenuto impegni precisi per la gestione della discarica. Su tutti gli altri aspetti che riguardano Ast userò lo stesso metro”.

Il sindaco Stefano Bandecchi ha tenuto anche la delega al benessere animale.

Sono redistribuite le deleghe in materia di ambiente, verde pubblico, manutenzioni, arredo e decoro urbano, servizi cimiteriali, igiene pubblica, efficientamento energetico, benessere animale.

Agli assessori Marco Iapadre, le deleghe: urbanistica, edilizia privata, Suape, Peep, Paip, area vasta, trasporti, mobilità, viabilità, pianificazione del territorio, agenda urbana, verde pubblico, manutenzioni, arredo e decoro urbano, servizi cimiteriali.

Giovanni Maggi, con deleghe lavori pubblici, Pnrr, edilizia residenziale pubblica, efficientamento energetico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, Stefano Bandecchi: “Deleghe ad animali e ambiente restano a me, a Iapadre quella sul verde pubblico”

TerniToday è in caricamento