Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica

Treofan, la Lega: “Basta strumentalizzare”. Forza Italia: “Richiediamo l’intervento del Governo”

I gruppi consiliari intervengono sulla vertenza del polo chimico ternano dopo il presidio ed il corteo pacifico di ieri

I consiglieri della Lega, rispondendo ad una nota delle minoranze, prendono posizione sulla vertenza Treofan: “Quanta meschinità nelle parole dell’opposizione” affermano. “Si vergognino di strumentalizzare e di lucrare sulla pelle dei lavoratori e sulla salute dei cittadini. Ogni occasione è utile per attaccare le istituzioni e chi le rappresenta. Si ricordino, questi signori che cercano solo la mera polemica, che a causa dei loro predecessori di sinistra e per le macerie che ci hanno lasciato, tra le quali siamo costretti a muoverci ogni giorno con infinite difficoltà, l’attuale amministrazione deve, da un lato disperdere tempo e risorse per risanare i loro molteplici disastri e dall’altro cercare di rispondere alle esigenze dei cittadini a cui il Governo nazionale non è in grado, per incapacità, di far fronte”.

“In un momento difficile come questo – sottolineano i consiglieri leghisti - per il bene della comunità ci sarebbe bisogno di unità di intenti e di confronto, ma questa sinistra, evidentemente incapace di offrire reali e concrete soluzioni ai problemi, preferisce la becera bagarre, dimostrando ancora una volta la sua inadeguatezza ed inaffidabilità politica”.

Forza Italia: "Massima disponibilità dai nostri onorevoli"

Sul tema Treofan intervengono i consiglieri di Forza Italia Francesco Maria Ferranti e Lucia Dominici: “A fronte delle drammatiche evoluzioni e della esasperazione dei lavoratori che stanno vivendo un vero e proprio incubo - questa mattina - abbiamo chiamato i parlamentari umbri di Forza Italia, Raffaele Nevi e Fiammetta Modena”. L’intento è quello di: “Tornare a far sentire la loro voce nei confronti del Governo, in particolare del Ministro delle attività produttive. Dai nostri onorevoli – aggiungono Ferranti e Dominici - abbiamo avuto massima disponibilità”.

“Solo un intervento del Governo, infatti, a questo punto può sortire effetti su una proprietà che sembra sempre di più correre sulla strada della delocalizzazione, con un annullamento del sito produttivo di Terni. Si tratterebbe di una sciagura per un territorio già duramente colpito da questi fenomeni, che chiede, invece da tempo, una decisa inversione di tendenza. Il governo deve far sentire a questa multinazionale la voce del Paese, anche in un'ottica di una valutazione di eventuali misure di sostegno alla produzione”.

“Forza Italia – chiosano i consiglieri - pur essendo a livello nazionale partito di opposizione, continuerà ad utilizzare tutto il suo peso politico e le sue interlocuzioni per rappresentare al meglio una vertenza che sta colpendo decine di famiglie e tutta la comunità ternana". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treofan, la Lega: “Basta strumentalizzare”. Forza Italia: “Richiediamo l’intervento del Governo”

TerniToday è in caricamento