Politica locale, il gruppo consiliare Uniti per Terni all’attacco: “Gestione del potere chiusa”

La nota di Paola Pincardini, Anna Maria Leonelli, Valdimiro Orsini e Emanuele Fiorini: “La città di è fatta da tantissimi professionisti e persone valide con curriculum di livello che andrebbero presi in considerazione”

foto di repertorio

I consiglieri comunali Paola Pincardini, Anna Maria Leonelli, Valdimiro Orsini e Emanuele Fiorini, attraverso una nota congiunta, dichiarano quanto segue: “L’amministrazione della cosa pubblica e in particolare di una grande città come Terni richiede coerenza, soprattutto da parte di chi in passato si è eretto a paladino della moralità, della correttezza, della trasparenza. Riscontriamo provvedimenti del sindaco di Terni inerenti designazioni nelle istituzioni del comune di Terni e in aziende partecipate che riguardano una ristretta cerchia di persone riconducibili a rapporti con la figura del primo cittadino.

L’ultimo – affermano i consiglieri - riguarda un noto avvocato ternano, molto legato all’attività professionale del Sindaco, che è stato nominato dalla Regione, nel C.d.A. di Ater, l’azienda pubblica regionale che si occupa di edilizia residenziale. Ci troviamo di fronte alla designazione di chi ha o ha avuto strettissimi rapporti professionali con il sindaco. Sottolineiamo che appena qualche giorno fa è stato attribuito, da organi dell’amministrazione comunale, un importante incarico tecnico ad un professionista che è il coniuge di un assessore. Non molto tempo fa la presidenza dell’Asm è stata attribuita a una figura che rientra anch’essa nella cerchia ristrettissima delle amicizie di gioventù del Sindaco. Così come non comprendiamo quale rappresentanza politica o sociale esprima il vicesindaco se non quella “della cerchia degli intimi”.

Riteniamo che la città di Terni sia fatta da tantissimi professionisti e persone valide con curriculum di livello che andrebbero presi in considerazione quantomeno per ragioni di opportunità. E’ doloroso costatare che i proclami del passato si stanno uno a uno spegnendo a fronte di una gestione del potere chiusa, asfittica, che non guarda agli interessi della città ed è sempre più chiusa in se stessa.

Esprimiamo – concludono i firmatari - infine vicinanza e solidarietà ai consiglieri comunali di maggioranza e ai tanti ternani che hanno creduto nel cambiamento e che ora – a fronte del loro impegno quotidiano – si ritrovano a dover fare i conti con impostazioni che disattendono palesemente le enunciazioni della campagna elettorale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

Torna su
TerniToday è in caricamento