menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
comune di Terni

comune di Terni

Uniti per Terni: il gruppo consigliare che ha sbaragliato la concorrenza: “Soluzioni concrete per i cittadini”

Un mese esatto dalla sua costituzione: vanta quattro consiglieri comunali ed è il terzo più numeroso dopo Lega e Movimento cinque stelle

È nato appena un mese ma ha già sbaragliato la concorrenza. Si tratta del gruppo consigliare ‘Uniti per Terni’ presentato lo scorso 7 novembre ed al quale hanno aderito Valdimiro Orsini, Emanuele Fiorini e Paola Pincardini. Dalla giornata di ieri si è aggiunta Anna Maria Leonelli, dopo la decisione di lasciare Fratelli d’Italia. Un dato che emerge andando a dare un’occhiata alla composizione della plenaria: dopo la Lega e Movimento cinque stelle il nuovo gruppo può vantare il numero più alto di adesioni, alla pari di Fd’I. Si tratta di consiglieri eletti in liste di partito che poi hanno deciso di percorrere altre strade. Ora l’aspetto dirompente è il seguente: come si comporteranno i consiglieri durante le sedute future? Sosterranno la maggioranza oppure percorreranno altri sentieri?. Di certo gli ultimi ‘ingressi’ di Cozza e l’appoggio annunciato della Braghiroli consentiranno alla giunta Latini di poter godere di relativa tranquillità, in attesa di ulteriori e imprevedibili scenari. Riportiamo alcuni passaggi dell’intervento di Paola Pincardini per cercare di capire quali sono gli aspetti preponderanti che stanno caratterizzando l’attività politica locale di “Uniti per Terni”

“L’adesione di una consigliera (riferendosi ad Anna Maria Leonelli ndr) che ha un percorso rilevante è la dimostrazione che Uniti per Terni è uno spazio a disposizione di tutti quei consiglieri comunali e di tutti quei cittadini che vogliono affrontare i temi  e i problemi di Terni non con approcci politici o di parte ma  pensando a soluzioni concrete nella convinzione che Terni abbia bisogno di risposte specifiche e mirate alle tematiche reali di questa città alla ricerca di un rilancio. Non servono dibattiti estenuanti e ideologici su progetti politici calati dall’alto. 
In questi giorni siamo molto impegnati sul tema della trasparenza - afferma Pincardini - vogliamo infatti sapere quale sia la reale situazione del bilancio del comune di Terni in un’ottica di poter dare il nostro apporto ad affrontare il problema. E’ ora di smetterla di trattare i consiglieri comunali, siano essi di maggioranza o che di opposizione, come meri esecutori di provvedimenti decisi da pochissime persone che magari non si sono confrontate neanche con i loro partiti. 
I consiglieri comunali, con il loro voto, a fronte di emolumenti di pochissime centinaia di euro, vanno ad assumersi responsabilità pesanti, ma soprattutto il loro voto deve essere consapevole, maturo, volto a dare una risposta all’Ente e alla città. La città ha bisogno di consiglieri comunali responsabili e propositivi. Uniti per Terni è pronta a fare la sua parte ed è pronta a confrontarsi e a lavorare con tutti coloro che vogliono dare alla loro presenza in consiglio comunale il senso di esclusivo servizio alla propria comunità mossi dall’intento di costruire una città migliore per tutti noi”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento