Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Università a Terni, Gentiletti e l’atto presentato in commissione: “Emancipare la città dalla subalternità verso Perugia”

Il capogruppo di Senso Civico al termine della seconda commissione: “Occorre una visione che prevarica i confini regionali”

foto Giacomo Sirchia

Il futuro del polo didattico al centro del dibattito, nel corso della seconda commissione consiliare. Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti, mostra soddisfazione dopo che un atto presentato dal gruppo consiliare che rappresenta, è stato discusso nella seduta da remoto.

“Finalmente si avvia una discussione ampia sul futuro dell’università a Terni che speriamo conduca a una posizione condivisa e unitaria di tutte le forze politiche consiliari. Questa mattina in seconda commissione – dichiara Alessandro Gentiletti - si è iniziato a discutere un atto di indirizzo che raccoglie gli stimoli della società civile sul tema del rilancio dell’università ternana. Due le linee direttrici indicate dall’atto e sul quale la commissione si sta confrontando e dovrà pronunciarsi una volta ascoltate le realtà associative del territorio e le persone che si occupano da anni del tema, tra i quali il professor Giuseppe Croce i cui interventi in proposito hanno ispirato l’atto di indirizzo e costituiscono il punto di riferimento della mia azione politica in materia di alta formazione”.

Il titolo ‘provocatorio’ dell’atto denominato ‘Emancipare Terni dalla subalternità verso Perugia’. A tal proposito Gentiletti ne illustra i contenuti: “La prima linea è quella di una visione che prevarica i confini regionali e renda protagonista l’ateneo ternano, in federazioni con gli altri atenei dell’Italia centrale, guardando verso Roma e non solo verso Perugia. La seconda direttrice è quella di fare rete, fra le imprese ad alta densità di risorse umane e l’università, avviando un censimento dell’economia della conoscenza sul territorio” Le conclusioni del capogruppo: “Ringrazio l’assessore Cinzia Fabrizi per la disponibilità al dialogo manifestato e la presidente della seconda commissione consiliare. Mi auguro che su questo tema si possa tutti lavorare unitariamente, mettendo a parte protagonismi e dando forza e voce ad una città che deve poter tornare a puntare sulla conoscenza e la ricerca.” 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università a Terni, Gentiletti e l’atto presentato in commissione: “Emancipare la città dalla subalternità verso Perugia”

TerniToday è in caricamento