menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
via dell'Aquila

via dell'Aquila

Maxi condominio di via dell’Aquila: “Intollerabile la presenza di rifiuti”

Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti ha presentato un’interrogazione durante il question time di stamattina

“Problematiche urbanizzazione di via dell’Aquila” è l’oggetto dell’interrogazione presentata stamattina dal capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti: “I residenti del maxi condominio hanno acquistato nel 2007 degli immobili abitabili dal 2011 ed anticipato, a loro dire, degli oneri per l’urbanizzazione dell’area e del parco adiacente – ha affermato Gentiletti - I terreni sono in parte del comune in parte di privati. Gli stessi lamentano che ad oggi tale urbanizzazione non è stata nè effettuata né iniziata. Inoltre non vi sono parcheggi sufficienti e che alcuni terreni adiacenti sono in stato abbandono con la presenza di rifiuti”

A tale interrogazione ha risposto l’assessore Leonardo Bordoni, al debutto in question time come la collega Giovanna Scarcia: “Una questione seguita da sempre dagli uffici preposti – ha sottolineato - Si doveva procedere attraverso la realizzazione di una serie opere non fatte tra queste un campetto sportivo, un parcheggio pubblico, la viabilità dell’area ed un locale da dover assegnare alla vicina scuola come laboratorio. Cosa è accaduto: gli uffici hanno chiesto l’escussione della fideiussione osteggiata in prima istanza dalla ditta. Da lì è nato un contenzioso risolto nel 2016 con la vittoria dal comune. Si è proceduto con decreto ingiuntivo il quale è stato opposto. Ad oggi siamo in dirittura d’arrivo in attesa della sentenza. Con l’eventuale importo della fideiussione si proverà a realizzare le opere mancanti. Mi sono sincerato ieri se ad oggi l’importo della fideiussione è sufficiente per completarle e la risposta è stata: si, salvo verifiche di dettaglio”. La risposta di Gentiletti: “Non è tollerabile la presenza dei rifiuti. Mi è stato detto che un intervento è stato fatto sperando che venga stabilito e mantenuto il decoro pubblico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento