Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica Piediluco

Zona a traffico limitato, via libera al regolamento per Piediluco. Dibattito fiume e polemiche: “Possibili modifiche dopo ulteriori confronti”

Otto emendamenti e due subemendamenti presentati, di questi due respinti ed altrettanti ritirati. La Ztl verrà istituita il sabato a partire dalle 14 fino alla mezzanotte di domenica. Focus su turismo, ristorazione e tutela dei residenti

foto Giacomo Sirchia

“Un lavoro di mediazione, molto complesso volto a salvaguardare gli interessi di tutti”. Il regolamento sulla Zona a traffico limitato a Piediluco è stato approvato in sede di consiglio comunale. “Un’operazione coraggiosa, impegnativa alla quale abbiamo lavorato con convinzione e dedizione” afferma Leonardo Bordoni. L’assessore ricorda come la frazione: “Detiene una vocazione turistica che emerge nel periodo estivo, senza dimenticare una genuina anima autoctona. Abbiamo incontrato i residenti, le varie associazioni prestando attenzione anche alle strutture ricettive e le attività di ristorazione presenti sul territorio”. Come è noto la Ztl verrà istituita il sabato (a partire dalle 14) fino alla mezzanotte di domenica nel periodo compreso tra il 15 aprile e 30 settembre. “Naturalmente tale regolamento potrebbe essere sottoponibile a modifiche. In ogni caso l’assessorato è disponibile ad ascoltare eventuali segnalazioni dettate da criticità”.

Gli interventi

“Siamo contrari a questa soluzione per l’abitato di Piediluco” dichiara Valdimiro Orsini di Uniti per Terni. “Non risolve i problemi di quella località. In un certo senso e per determinati aspetti andrà a complicare il tutto. L’unica possibile è quella che viene adottata in tutte le località turistiche, ossia istituire l’isola pedonale”. Successivamente è il turno di Francesco Filipponi (Partito Democratico): “Estendere la validità del permesso da uno a tre anni, per i possessori delle seconde case, è la nostra proposta. Ritengo tuttavia che i dubbi sollevati dal consigliere Orsini siano legittimi. Trovo confacente la modifica di collimare la vigenza della zona traffico limitato con il senso unico.” Una ulteriore soluzione viene prospettata da Paolo Angeletti (Terni Immagina): “Rimango dell’idea che il senso unico resta l’unica alternativa. Un’opinione condivisa con i miei amici che vengono a visitare Piediluco. L’isola pedonale costringerebbe a non circolare più”.

Il capogruppo di Alessandro Gentiletti (Senso Civico) si domanda: “Sono stati presentati diversi emendamenti dalla maggioranza. Mi chiedo: l’assessore si è confrontato con i gruppi politici?. Credo inoltre che questo regolamento sia stato fatto per fare cassa, da parte dell’amministrazione comunale. Il rischio è di creare disagio, in un momento di ripresa economica. Infine apporta confusione seppur posso condividere le intenzioni e la buona fede”. I dubbi sollevati da Michele Rossi (Terni Civica): “Quel tratto di strada dovrebbe essere il più interdetto possibile per favorire la vivibilità e godibilità del posto, tutelando il residente. Con questo regolamento però non trovo alcun vantaggio né per i residenti e neppure per i turisti. All’indolenza amministrativa del passato si risponde con un’iniziativa debole. Occorreva maggior coraggio ed incisività”. La discussione prosegue con parola a Patrizia Braghiroli (Fratelli d’Italia): “E’ stato fatto un buon lavoro. Sarà possibile aggiungere eventuali migliorie che si potranno apportare nel corso del tempo. Ricordo inoltre il periodo transitorio di trenta giorni per presentare le proprie istanze ed ottenere il permesso”. Il consigliere del Misto Emanuele Fiorini: “Tale provvedimento serve solo per fare cassa. Chiedo all’assessore Bordoni quali associazioni sono state coinvolte e quanto costa il permesso”. Federico Cini della Lega: “Credo sia normale presentare diversi emendamenti, poiché ognuno porta la propria sensibilità, le proprie opinioni. Non creare ostacoli ai cittadini, tutelare il borgo e renderlo maggiormente fruibile sono gli obiettivi da perseguire. Allo stato attuale questo regolamento lo reputo sacrosanto”.

Pareri favorevoli da Maurizio Cecconelli e Lucia Dominici. Il capogruppo di Fratelli d’Italia: “La questione è abbastanza complessa. Questo è il classico caso dove occorre contemperare le esigenze dei vari soggetti interessati. Ce ne sono di plurimi e coagulare il tutto è molto difficile e scomodo. Per questo motivo lo considero un atto coraggioso”. Per la capogruppo di Forza Italia: “Reputo necessario intervenire, come risolvere determinate problematiche ed affrontarle. Siamo in una fase in cui del coraggio ci è richiesto”. Sono stati respinti due emendamenti ed altrettanti ritirati. Il punto all’ordine del giorno è stato approvato dall'aula di Palazzo Spada. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona a traffico limitato, via libera al regolamento per Piediluco. Dibattito fiume e polemiche: “Possibili modifiche dopo ulteriori confronti”

TerniToday è in caricamento