rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Salute

Lotta al cancro, all’ospedale di Terni un nuovo acceleratore lineare per la radioterapia oncologica

Il macchinario è costato oltre 2 milioni di euro, grazie alla TC integrata permetterà di ridurre i margini di errore dovuti al posizionamento del paziente

È arrivato all’ospedale Santa Maria di Terni il nuovo acceleratore lineare, che sarà a breve associato al tavolo di posizionamento robotizzato ed alla TC integrata per i trattamenti di radioterapia oncologica.

L’apparecchiatura, tra le prime in funzione nel territorio nazionale, permetterà sia la realizzazione di trattamenti radioterapici ad alta tecnologia, sia l’ottimizzazione dei flussi di lavoro e la riduzione dei tempi di trattamento. La TC integrata all’acceleratore consente inoltre di controllare il corretto posizionamento del paziente prima di ogni singola frazione di radioterapia, riducendo così il margine di errore dovuto al posizionamento del paziente stesso.

L’acquisto del nuovo macchinario (del costo di circa 2,1 milioni di euro) ha comportato non solo la ristrutturazione del bunker dove è stato collocato, ma anche la realizzazione di nuovi locali dove sarà possibile in maniera centralizzata effettuare la pianificazione dei trattamenti radioterapici di tutte le apparecchiature già in uso al reparto di radioterapia oncologica dell’azienda ospedaliera.

“Con questo nuovo investimento – spiega una nota diffusa dall’ospedale - la struttura complessa di radioterapia oncologica di Terni potrà incrementare la propria attività di trattamenti ad alta tecnologia (Advanced Radiation Therapy) implementando non solo la qualità, ma anche la quantità delle prestazioni erogate. In questi giorni sono in corso i lavori per il collaudo della nuova apparecchiatura, al termine del quale diventerà pienamente operativa e a disposizione dei pazienti, e sarà organizzata una inaugurazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al cancro, all’ospedale di Terni un nuovo acceleratore lineare per la radioterapia oncologica

TerniToday è in caricamento