menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mense e servizi scolastici a Terni, arrivano gli “sconti Covid” per chi è stato assente

Le famiglie di bambini e alunni che sono stati costretti a quarantena o isolamento e che non hanno usufruito dei servizi avranno una tariffa ridotta. Ecco come verranno calcolati i costi  

“Sconti Convid” sulle tariffe dei servizi scolastici per chi è stato costretto ad assenze dovute alla pandemia. L’emergenza Coronavirus, dalla riapertura dei servizi educativi comunali e del servizio di ristorazione scolastica, ha infatti causato la sospensione, anche temporanea, dell’attività educativa e didattica, in singole classi, sezioni o interi plessi, sia delle scuole statali sia comunali. Allo stesso tempo, alcuni bambini e alunni sono stati costretti a periodi di isolamento volontario o quarantena individuale o familiare, con riflessi diretti sulla fruizione effettiva dei servizi a tariffazione mensile.

Una situazione di erogazione e fruizione ad intermittenza dei servizi che non era codificata nell’attuale sistema di tariffazione mensile e per la quale il Comune di Terni ha perciò deciso di intervenire.

“Abbiamo ritenuto opportuno intervenire in modo diretto su questa situazione eccezionale, attraverso un ricalcolo delle rette e tariffe, a vantaggio degli utenti e secondo un principio di ragionevolezza e proporzionalità”, spiega l’assessore comunale alla scuola, Cinzia Fabrizi. “In questo senso, la direzione istruzione-cultura applicherà le riduzioni proporzionali a partire dal mese di settembre, sia per i servizi educativi comunali sia per il servizio di ristorazione scolastica”.

In particolare, per la ristorazione scolastica la tariffa mensile verrà ricalcolata per settimane, secondo una procedura già codificata in cui si terrà conto delle assenze, documentate, per l’emergenza Covid. Per le rette di frequenza presso i servizi educativi comunali verrà ricalcolata la tariffa mensile per settimane con lo stesso criterio.

La sospensione selettiva di attività educativa (singole “bolle” educative) e la sospensione selettiva di attività didattica (singole classi o sezioni scuole infanzia e statali e primaria) rientra nella stessa casistica.

Nei casi di quarantena/isolamento volontario e/o familiare di singoli bambini e alunni, autocertificata o provata comunque in forma documentale, il ricalcolo della retta o tariffa, su base mensile, verrà effettuato a partire dal sesto giorno di assenza e per tutta la durata dell’assenza. La riduzione eventuale sarà su base giornaliera tenuto conto di 20 giorni standard mensili di apertura dei Sec e delle scuole.

Questo sistema di calcolo non sarà applicato per i mesi che hanno già la tariffazione ridotta. La misura a sostegno delle famiglie varrà dal mese di settembre 2020 e sarà temporanea fino alla determinazione del dirigente di settore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento