Giovani e lavoro, ecco le scuole che fanno trovare prima un’occupazione

L’indagine di Unioncamere-Excelsior: le figure professionali più richieste e i dati per ogni indirizzo di studi

Iscriversi all’università o tentare di gettarsi nel mondo del lavoro? Una domanda cruciale per migliaia di diplomati ternani, umbri e italiani a cui si può cercare di fornire una risposta sfogliando l’indagine “Diplomati e lavoro” realizzata da Unioncamere-Excelsior.

Il dossier dice che “anche per il 2019 sembrano confermarsi le positive indicazioni sui contratti che le imprese intendevano stipulare nel 2018: circa 1,6 milioni quelli destinati ai diplomati. I più richiesti quelli che hanno acquisito diplomi ad indirizzo amministrativo, finanziario e marketing, seguiti dall’indirizzo meccanico e meccatronico, dal settore turistico ed enogastronomico, dall’elettronica ed elettrotecnica e dall’informatica e telecomunicazioni”.

Per chi invece deciderà di proseguire nel proprio percorso di studi, “le migliori opportunità verranno per i laureati (la cui quota dovrebbe superare i 550mila contratti) negli indirizzi economico e, a seguire, ingegneria, insegnamento e formazione e sanitario e paramedico”.

Spiccano i diplomi ad indirizzo amministrativo, finanziario e marketing, seguiti dal meccanico e meccatronico, dal settore turistico ed enogastronomico, dall’elettronica ed elettrotecnica e dall’informatica e telecomunicazioni. Tra le professioni per i giovani, il 51,8% dei disegnatori industriali è difficile da reperire; difficoltà anche superiori si registrano per i tecnici elettronici (57,7%) e per gli elettrotecnici (71,5%).

Le professioni proposte ai diplomati che entrano nelle imprese

Il volume rileva che “c’è un ovvio collegamento fra i titoli di studio più apprezzati e le professioni che i diplomati sono chiamati a svolgere. Prevalgono soprattutto quelle di livello intermedio tipiche del commercio, del turismo e della ristorazione, con quasi un quarto del totale (circa 400mila contratti). Una parte consistente dei diplomati è chiamata ad esercitare professioni tecniche e specialistiche (20% del totale) e impiegatizie (16%), mentre per il 26% le imprese hanno richiesto operai specializzati e conduttori di impianti”.
Se esaminiamo le professioni specifiche, la più richiesta tra i diplomati è quella dei commessi, per la quale le imprese – a livello nazionale - hanno indicato 166mila contratti. Numerose opportunità di lavoro verranno offerte anche ai camerieri, con 71mila inserimenti di diplomati. Il mondo della ristorazione è rappresentato anche dai cuochi (33mila) e dai baristi (29mila). Tra le occupazioni richieste ai diplomati sono molte quelle legate alla gestione dell’azienda, come gli addetti alla segreteria e agli affari generali (64mila), i magazzinieri (44mila), e i contabili (35mila).

Gli “introvabili”

Le professioni per le quali le imprese fanno fatica a trovare candidati con istruzione e competenze adeguate (il 26%, in valore assoluto più di 400mila) sono quelle per cui si trova lavoro più rapidamente. I diplomati più difficili da trovare sono gli elettrotecnici e gli agenti assicurativi: 6 diplomati su 10 per queste figure professionali sono considerati infatti difficili da reperire. Tra le professioni “introvabili” vi sono poi quelle tecniche della produzione industriale: tecnici elettronici e meccatronici, tecnici meccanici, meccanici collaudatori, disegnatori industriali. Completano la graduatoria alcune professioni dei servizi: i periti e agenti immobiliari, i tecnici della gestione finanziaria, gli addetti agli archivi e schedari e i tecnici in applicazioni informatiche. Conta però anche il valore assoluto: le imprese faticano a trovare più di 7mila tecnici in applicazioni informatiche e oltre 6mila disegnatori industriali.

La situazione in Umbria

Indirizzo agrario, agroalimentare e agroindustria

I diplomati richiesti sono 370, di cui 120 con una specializzazione post-diploma (la difficoltà di reperimento è pari al 17%).

Indirizzo amministrazione, finanza e marketing

I diplomati richiesti sono 3.200, di cui 750 con una specializzazione post-diploma (la difficoltà di reperimento è pari al 26%).

Indirizzo chimica, materiali e biotecnologie

I diplomati richiesti dalle aziende in Umbria sono 190. La difficoltà di reperimento è del 21%.

Indirizzo costruzioni, ambiente e territorio

I diplomati richiesti sono 360 di cui 130 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 38%.

Indirizzo elettronica ed elettrotecnica

I diplomati richiesti in Umbria sono 900 di cui 200 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 35%.

Indirizzo grafica e comunicazione

Richiesti in Umbria 150 diplomati, di cui 30 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 36%.

Indirizzo informatica e telecomunicazioni

I diplomati richiesti dalle aziende umbre sono 350 di cui 100 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 39%.

Indirizzo meccanica, meccatronica ed energia

I diplomati richiesti sono 2.260 di cui 510 con una specializzazione post-diploma. La diffocltà di reperimento è del 46%.

Indirizzo produzione e manutenzione industriali e artigianali

I diplomati richiesti in Umbria sono 300 di cui 100 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 39%.

Indirizzo sistema moda

I diplomati richiesti in Umbria sono 420, di cui 140 con una specializzazione post-diploma. La difficoltà di reperimento è del 36%.

Indirizzo socio-sanitario

I diplomati richiesti dalle aziende umbre sono 210 di cui 110 con una specializzazione. La difficoltà di reperimento è del 12%.

Indirizzo trasporti e logistica

La richiesta delle aziende umbre è di 340 unità, di cui 110 con specializzazione. La difficoltà di reperimento è del 20%.

Indirizzo turismo, enogastronomia e ospitalità

La richiesta da parte delle aziende umbre è di 1.190 diplomati, di cui 170 con specializzazione. La difficoltà di reperimento è del 23%.

Liceo classico, scientifico e scienze umane

Sono 150 i diplomati richiesti dalle aziende umbre, di cui 50 con specializzazione. La difficoltà di reperimento è del 30%.

Liceo ad indirizzo artistico e musicale

I diplomati richiesti dalle aziende umbre sono 120, di cui 60 con specializzazione. La difficoltà di reperimento è del 10%.

Liceo ad indirizzo linguistico

Sono 220 i diplomati richiesti dalle aziende umbre, di cui 40 con specializzazione e una difficoltà di reperimento del 54%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tecnologia e stile made in Terni sugli aerei di mezzo mondo: accordo tra AeroSeatek e Giant Aviation

  • Terni sbarca su Rai 1: un ampio servizio per raccontare la città dell’acciaio

  • Nozze d’oro, svelata la truffa dei finti matrimoni tra ternani e straniere: ecco come funziona

  • La Via della Seta porta a Terni milioni di euro e posti di lavoro: i dettagli del patto AeroSeatek-Giant Aviation

  • LA VIDEO-INTERVISTA Sara Tommasi e la sua rinascita: "Ero devastata, anche per colpa mia, ma ora so di valere..."

  • Viale dello Stadio, tagliati i pini dello spartitraffico: il video dell'abbattimento

Torna su
TerniToday è in caricamento