Fine della scuola 'on air' con la Giovanni XXIII web radio

Ultimo giorno per le trasmissioni in rete della scuola secondaria ternana, saluti e inni e tanta allegria. L'importanza della comunicazione durante la quarantena

Adriano Bernardini e Elvira De Sio

Si è conclusa stamattina, con la "trasmissione dei saluti", la lunga serie di trasmissioni radiofoniche, in tutto circa 90, della Giovanni XXIII web radio. Iniziata a settembre, l'attività della web radio ha offerto infinite possibilità di contatto e supporto ai ragazzi della scuola secondaria Giovanni XXIII specialmente in questo lungo periodo di pandemia. Sin dai primi giorni di lockdown i referenti del progetto si sono attivati per raggiungere i ragazzi con le loro voci per infondere sicurezza, allegria e far sentire la loro presenza pur nell'isolamento forzato. Sono state fatte trasmissione a cadenza giornaliera toccando tutti gli argomenti di attualità e informazione, poi a cadenza settimanale, fino a quella di oggi, l'ultima di questo anno scolastico così difficile. La web radio ha permesso di raggiungere anche quei ragazzi che per problemi vari non hanno lavorato in remoto e non hanno mantenuto i contatti con il mondo della scuola. La voce degli insegnanti via web ha raggiunto anche queste realtà e problematicità che spesso si sono collegate telefonicamente anche solo per inviare un saluto. Fino ad arrivare a oggi. Nella trasmissione in questione i ragazzi e gli insegnanti hanno inviato i pensieri, riflessioni, poesie di commiato e di speranza e buon auspicio per il prossimo anno.

L'ultimo giorno di scuola è sempre stato importante nella memoria scolastica e quest'anno, non potendolo festeggiare in presenza, gli insegnanti Elvira De Sio e Adriano Bernardini si sono inventati la trasmissione dei saluti per far sì che i ragazzi potessero fare sfogo alla loro fantasia. Non ci sono state secchiate ,scherzi ,pianti e abbracci. La web radio ha comunque fornito l'opportunità di raccogliere emozioni, inviare messaggi e speranze attraverso la voce dei ragazzi mentre gli insegnanti, collegati in piattaforma, assistevano commossi a questa grande espressione di affetto e simpatia.

Ed è stata anche una possibilità di far ascoltare a tutti un' importante realizzazione dell'inno Fratelli d"Italia, un coro dei ragazzi della 2C diretto dal professore Bernardini con il quale la scuola, unica in Umbria, ha partecipato a un'iniziativa del Miur per il 2 giugno. Anziché ascoltare musica di grandi e rinomati personaggi, i protagonisti sono stati i ragazzi che come sempre sono riusciti a commuovere e infervorare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

Torna su
TerniToday è in caricamento