Scuola, verso il nuovo anno: i messaggi delle istituzioni

Il presidente della Provincia, Lattanzi: investito oltre 350mila euro. L’assessore Alessandrini: conoscenza e cultura come libertà e opportunità

“Abbiamo investito oltre 350mila euro per preparare al meglio le nostre scuole superiori in vista dell’apertura del nuovo anno scolastico”. Lo dice il presidente della Provincia, Giampiero Lattanzi, che fa gli auguri agli studenti, alle loro famiglie, agli insegnanti e ai dirigenti scolastici perché “il nuovo anno sia foriero di successi scolastici e personali. Il mio - prosegue il presidente - è un augurio sincero che vuole esprimere fiducia, affetto e spirito di collaborazione fra il mondo della scuola e i tanti soggetti che contribuiscono alla sua riuscita e alla sua crescita, tra cui i centri universitari di ricerca e gli operatori del privato sociale”. Grande attenzione il presidente Lattanzi, la rivolge alle famiglie dei ragazzi.
“A loro - afferma - come istituzioni vogliamo trasmettere quel valore aggiunto che va oltre i servizi e l’operatività e che sfocia nei valori e negli ideali in grado di guardare anche all’obiettivo di formare futuri cittadini con un’etica solidaristica e un pensiero plurale”.

“Conoscenza e cultura come libertà e opportunità”. È invece il messaggio dell’assessore alla scuola del Comune di Terni, Valeria Alessandrini, in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico: “Auguro a tutti gli studenti di ogni ordine e grado di poter vivere la scuola serenamente come momento di crescita e occasione per riuscire attraverso lo studio ad entrare in possesso di quegli strumenti indispensabili a creare una propria identità. È grazie alla conoscenza e la cultura che gli alunni di oggi saranno in grado di scegliere liberamente e coscientemente un percorso di vita da intraprendere in futuro. Vivere la scuola con impegno volto ad una propria realizzazione personale: questo è l’augurio più grande che posso fare a tutti gli studenti che si apprestano a tornare o sono tornati sui banchi di scuola. Da insegnante e da madre di un bimbo delle elementari, sono davvero orgogliosa di rivestire oggi il ruolo di assessore alla scuola e di poter contribuire, nell’ambito delle mie competenze, alla crescita dei nostri ragazzi e allo sviluppo del sistema scolastico. Le porte del mio ufficio saranno sempre aperte e sono pronta ad essere contattata, non solo da genitori o insegnanti, ma anche dagli stessi ragazzi per ascoltare le loro esigenze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento