Il brindisi dopo la firma, le insegnanti precarie festeggiano l’assunzione: “Coronato il sogno di una vita”

Otto educatrici dei servizi comunali firmano il contratto dopo quattordici anni di precariato: “Traguardo raggiunto tra innumerevoli fatiche e dispiaceri”

Finalmente è arrivata la tanto attesa firma del contratto di assunzione a tempo indeterminato per otto insegnanti dei servizi educativi comunali da anni in attesa della stabilizzazione.

“Dopo un lungo periodo di precariato durato 14 anni – scrive per tutte Sandra Cascioli - le educatrici sono riuscite con la stabilizzazione, a seguito dell’atto di giunta comunale del 19 dicembre 2018, a coronare il sogno di una vita: l’assunzione. Un traguardo raggiunto dopo innumerevoli fatiche e dispiaceri avuti nell’arco di tutti questi anni”.

Le maestre ringraziano per l’assistenza legale l’avvocato Giovanni Ranalli “che con la sua esemplare professionalità ci ha sostenuto e supportato nel dialogo con le amministrazioni comunali che si sono avvicendate negli anni. Un ringraziamento particolare va anche a Sonia Bertocco (ex assessore comunale al personale) che ha creduto nel nostro valore professionale, ma soprattutto umano, in qualità di donne lavoratrici. Infine – proseguono - si ringrazia tutta l’amministrazione vigente, dal sindaco a tutto il consiglio comunale, e un sentito grazie ai dirigenti Bernocco e Armillei che per la prima volta dopo tanti anni hanno ascoltato e condiviso le nostre parole”.

I festeggiamenti sono iniziati appena dopo la firma e, assicurano le insegnanti, andranno avanti ancora per tanti giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il gruppo di Forza Italia – dichiara la capogruppo al consiglio comunale di Terni, Lucia Dominici – ritiene che la firma al contratto avvenuta ieri delle insegnanti finora precarie per le scuole dei servizi comunali sia un risultato molto positivo, che supera anni di promesse a vuoto. Si tratta di una risposta alle persone protagoniste, le insegnanti, ma soprattutto un investimento sul mondo della scuola, quale elemento fondamentale della comunità ternana.  Gli alunni, le famiglie, il corpo insegnanti, meritano certezze e, per quanto più possibile, continuità didattica. Un ringraziamento particolare va agli assessori al personale che si sono succeduti in questo anno e mezzo e che hanno lavorato alla risoluzione di un problema decennale. Pur nelle gravi difficoltà economiche nella quale si trova, l’Amministrazione Latini ha voluto dare priorità alla scuola dando un segnale civico e di coerenza programmatica molto rilevante”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Ospedale di Terni, ulteriore stretta sugli accessi: i provvedimenti attuati per limitare la diffusione del Coronavirus

  • Raccordo Orte-Terni, si apre voragine sulla carreggiata: traffico in tilt ed intervento del personale Anas

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento