rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
social

Fare carburante in dialetto ternano: da oggi si può, ecco dove

L'originale iniziativa di Eni in tutta Italia propone terminali digitali per il rifornimento carburante in vernacolo, con oltre 100 dialetti. Un modo per piangere di meno quando si fa rifornimento, dati i costi sempre alle stelle...

Da alcuni giorni anche a Terni e provincia si può piangere di meno quando si va a fare rifornimento di carburante. Perché? Una voce guida in dialetto ternano, infatti, accompagnerà le operazioni di rifornimento dei clienti delle Eni Station.

Si tratta di un'iniziativa realizzata da Eni in oltre 1.700 stazioni in tutta Italia, con i terminali digitali che sono stati impostati per esprimersi anche nei dialetti locali di oltre 100 province. Tra queste non mancano quelle di Perugia e Terni.

«Operazione in corso, attendere prego», «Rifornirsi all’erogatore 1», «Se hai una carta punti utilizzala ora» sono alcuni dei messaggi vocali che i clienti delle stazioni di servizio Eni sentono in dialetto ternano. Frasi che spiazzano l'utente che va a rifornirsi, per una volta, con il sorriso sulle labbra.

L'evoluzinoe tecnologica, quindi, non significa solo multilinguismo internazionale (i terminali parlano anche in  italiano, inglese, tedesco, spagnolo, francese), ma per Eni "la lingua vernacolare è una delle tradizioni che contraddistinguono i territori e contribuisce a creare un senso di appartenenza, offrendo spesso espressioni capaci di esprimere leggerezza, ironia e immediatezza che vengono utilizzate con disinvoltura in famiglia e nei contesti informali dalla maggior parte degli italiani".

Qui in basso l'elenco delle stazioni di servizio dove è presente l'originale terminale in vernacolo. Non resta che provare!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fare carburante in dialetto ternano: da oggi si può, ecco dove

TerniToday è in caricamento