Ternana, la lunga estate verso il ripescaggio: in serata la decisione

Cominciate le udienze al Collegio di garanzia del CONI a sezione unite. Tutti gli aggiornamenti in diretta

12 maggio 2018-7 settembre 2018: 118 giorni di distanza separano le due date. In mezzo, un’estate caldissima, rovente, bollente e ricca di colpi di scena che con il calcio giocato non centrano nulla. Siamo arrivati dunque all’epilogo: il Collegio di Garanzia del CONI riunito a sezioni unite deciderà se ripristinare (o meno) per la serie B il format a 22 squadre.

Le tappe più importanti dell’estate rossoverde

Sono le 16.55 del 12 maggio quando Valerio Marini di Roma decreta la fine di Pro Vercelli-Ternana 2-1. I rossoverdi sono matematicamente in C, dopo aver disputato una stagione negativa sotto tutti i punti di vista. Il 7 giugno, seppur indirettamente, cominciano a circolare le prime voci. Un portale di Avellino (www.ottopagine.it) racconta di possibili stravolgimenti post campionato. Si allungano le prime ombre su Cesena e Bari e con queste la possibilità di rivedere i rossoverdi in B. A quel punto urge mettere mano al dispositivo del 30 maggio 2018, comunicato numero 54, dove vengono indicati tutti i criteri. Inizia la vera bagarre: Siena, Ternana, Pro Vercelli, Entella, Catania e Novara escluse per inadempienze indicate proprio nel D4. Il 30 giugno è la data di presentazione della domanda di iscrizione al prossimo torneo. Domande incomplete per Avellino, Bari e Cesena le quali vengono estromesse dalla Co.Vi.So.C. (12 luglio). Ci sono quattro giorni di tempo per regolarizzarsi. I romagnoli ed i pugliesi alzano bandiera bianca proprio il 16 del mese, gli irpini presentano ricorso come da regolamento poi rigettato più avanti. Il 17 luglio 2018 è la data che stravolge l’estate calcistica rossoverde e non solo. Il TFN accoglie il ricorso del Novara consentendo, seppur indirettamente, agli azzurri di poter essere a tutti gli effetti ripescabili. Di rigetto, anche il Catania può beneficiare della sentenza; le altre società interessate si muovono immediatamente per i ricorsi

Dalla CAF allo stravolgimento delle NOIF

Il 1 agosto 2018 davanti alla CAF si discutono i ricorsi di Ternana, Siena, Pro Vercelli e FIGC nei confronti di quanto evidenziato in primo grado. La Corte d’appello federale conferma quanto motivato dal TFN mentre la Lega rinvia i calendari originariamente previsti a Cosenza. Tuttavia, tutte le società si muovono per chiedere una riduzione del format. La FIGC, il 3 agosto, ribadisce che la B si farà a 22 squadre. Il 10 agosto il presidente del Collegio di garanzia Franco Frattini sospende la decisione sui criteri di ripescaggio e rimanda al 7 settembre (oggi, a partire dalle 12) ogni decisione. Tre giorni dopo la Lega B prima annuncia poi procede ai calendari. La vera sorpresa però giunge alle 20 circa. Un triplice comunicato (47,48 e 49, ndr) da parte della FIGC firmato dal commissario straordinario Fabbricini - ma non dal segretario - annuncia la modifica del format. La B passa da 22 a 19 formazioni e quindi, dopo una situazione di impasse poco dopo la pubblicazione della nota, parte la compilazione del calendario. L’ultimo ricorso presentato dal club al CONI è stato esaminato dal presidente Frattini che ha ribadito di procrastinare il tutto al 7 settembre, prima data utile del Collegio di garanzia a sezioni unite. A sostegno del ripristino dell’organico il presidente della Pro, Gravina, il quale ha rimandato la compilazione dei calendari proprio all’8 settembre, il giorno dopo l’udienza. Anche la LND ha posticipato il fischio di inizio dei campionati, conformandosi al 16 settembre come la Serie C. Con un comunicato congiunto la posizione univoca delle componenti FIGC citate, ha trovato condivisione anche nell'AIC ed AIA. Finalmente, nella giornata odierna, la Ternana conoscerà la categoria di appartenenza. Comunque vada si tornerà a parlare di calcio giocato.  

Gli aggiornamenti

Il Collegio di garanzia del Coni si comporrà come di seguito. Presidente Franco Frattini inoltre Mario Sanino (relatore), Massimo Zaccheo, Dante D’Alessio e Gabriella Palmieri (componenti). Si tratta dell’identica composizione del Collegio a sezioni unite che si è pronunciato sul ricorso presentato dall’Avellino in data 31 luglio.

Ricordiamo la calendarizzazione dell’udienza:
1) LND; Lega Pro; AIC e AIA in merito alla mancata convocazione dell’assemblea elettiva
2) decisione della CAF sul D4 relativo ai criteri di ripescaggio. Ricorso presentato da Ternana, Siena e Pro Vercelli
3) e 4) ricorso presentato da Ternana, Pro Vercelli in merito al format cadetto e delibera assemblea di Lega B
5) ricorso sull’inquadramento del calcio femminile all’interno della FIGC

L’udienza si terrà nello splendido salone d’onore del Coni al Foro Italico. La delegazione della Ternana con il presidente Ranucci e gli avvocati Massimo Proietti, Fabio Giotti e Mario Spasiano è arrivata intorno alle 11.30. La stampa potrà assistere alle udienze.

Ore 13 

Si è da poco conclusa la prima udienza. Il presidente Frattini ha aperto i lavori dopo il giro tavolo di rito. Rispetto al comunicato iniziale, si è partiti dal punto 5, quello che riguarda l’inquadramento del calcio femminile.
Adesso è il turno del punto 1, relativo al commissariamento della FIGC (LND; Lega Pro; AIC e AIA in merito alla mancata convocazione dell’assemblea elettiva).

Ore 13.50

È iniziato il dibattimento sul punto 2: “decisione della CAF sul D4 relativo ai criteri di ripescaggio. Ricorso presentato da Ternana, Siena e Pro Vercelli”. Oltre ai già citati legali della Ternana, la composizione degli avvocati è questa: per la Lega B Presunti e Laudani, per la FIGC Napolitano e Vercillo, per il Siena Di Ciommo e De Renzis, per la Pro Vercelli Tortorella, per il Catania Tedeschini, Chiacchio, Gitto e Reirano, per il Novara Lolli, Cota e Duca, infine il viceprocuratore è Cipriani.

Ore 14.35

Presente al palazzo del Coni anche il sindaco di Terni, Leonardo Latini

Ore 15.20

Ultimo dibattimento iniziato ora con Ternana, Pro Vercelli e Robur Siena sulla legittimità dei criteri di ripescaggio

Ore 16.15

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Frattini: “Entro la serata verrà pubblicato il comunicato”.
Al termine dei dibattimenti, ecco le parole del presidente Stefano Ranucci: “Le sensazioni a caldo? Non ne ho, avete potuto leggere e sentire cosa si è detto. Ognuno può farsi un’idea propria. Anche al TFN avevamo sensazioni in merito, poi è andata all’opposto. Aspettiamo il comunicato di questa sera. Noi abbiamo dato le nostre spiegazioni, vedremo come saranno interpretate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Coop contribuisce a combattere il Coronavirus: “Abbassato il prezzo delle mascherine chirurgiche in vendita nei negozi”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento