menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Riccardo Menciotti

Riccardo Menciotti

Dal bronzo mondiale all’udienza con Sergio Mattarella: Riccardo Menciotti orgoglio ternano

L’atleta tesserato anche con il Circolo Lavoratori Terni è stato ricevuto al Quirinale insieme ad una rappresentanza di medagliati ai recenti mondiali paralimpici di Londra

Una medaglia rincorsa con tutte le sue forze e sfiorata con due piazzamenti nei cento farfalla (quarto) e duecento misti (quinto). Alla fine Riccardo Menciotti riuscì nel suo intento di conquistare un bronzo, nella prova dei cento dorso categoria SM, ai recenti mondiali paralimpici di Londra. Il campione ternano è stato ricevuto stamattina al Quirinale - dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella - insieme ad una rappresentanza di atleti azzurri, i quali hanno portato in alto il tricolore, nella competizione iridata svoltasi nel mese di Settembre. Un vero e proprio trionfo per l’Italia del nuoto, regina assoluta della speciale classifica, in virtù delle cinquanta medaglie ottenute nelle varie discipline previste

Sergio Mattarella: “Una magnifica rappresentazione dell’Italia”

“Avete dato un grande contributo con questi risultati e fatto risuonare tante volte l’inno nazionale ma il contributo che date alla vita quotidiana è altrettanto importante. Il nostro paese cresce insieme a voi – ha dichiarato il Presidente della Repubblica - Trasmettete un grande messaggio a tutta l’Italia, grazie per le vostre attività e per il vostro impegno: siete una magnifica rappresentazione dell’Italia”.

Luca Pancalli: "Questi ragazzi hanno fatto qualcosa di straordinario"

Questi ragazzi hanno fatto qualcosa di straordinario, inimmaginabile sino a qualche tempo fa: l'Italia del nuoto paralimpico ha messo dietro tutte le altre nazioni. Mai successo nella storia dello sport paralimpico, questo risultato ha fatto un rumore straordinario all'estero – ha affermato il numero uno del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli nel corso della cerimonia odierna - L'aggettivo più utilizzato era impressionante. Per me è sempre un privilegio e un orgoglio accompagnare gli atleti della nostra famiglia qui nella casa di tutti gli italiani Ora bisogna volgere lo sguardo al futuro, e dunque ai prossimi giochi Paralimpici di Tokyo. Guardiamo a questo appuntamento con grande apprensione, ma consapevoli di poter fare bene. Credo che lo sport paralimpico italiano – ha proseguito Pancalli - stia rappresentando questo paese, non solo per i risultati, ogni atleta sa che ogni propria parola può aiutare qualcun altro, noi mettiamo in moto il capitale umano di un valore sociale importante". Infine il ringraziamento al presidente Sergio Mattarella: "Dal primo momento ci ha dedicato un'attenzione e un affetto che per noi è benzina e responsabilità per non deluderla".

32899-4

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento