rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Calcio

Cittadella-Ternana, Cristiano Lucarelli: “Progettare e costruire il carro armato. Non possiamo sbagliare praticamente nulla”

Il tecnico a due giorni dalla gara del Tombolato sull’obiettivo Play off: “Dobbiamo provarci anche se la prima sconfitta potrebbe tagliarci fuori dai giochi”

Sette partite al termine della stagione regolare. Riparte il campionato della Ternana che farà visita al Cittadella, distante tre punti in graduatoria. I rossoverdi cercheranno di infrangere il tabù Tombolato dato che, in dieci gare ufficiali, non è mai stato violato il terreno di gioco dei veneti. A due giorni dalla gara è intervenuto mister Cristiano Lucarelli, nella sala stampa del Libero Liberati.  

"Il nostro obiettivo è provarci” esordisce il mister evocando la possibilità di rientrare nella lotta Play off. “Tuttavia siamo consapevoli che alla prima sconfitta potremmo essere fuori dai giochi. Non possiamo pertanto sbagliare nulla. Le sette partite da disputare hanno un'importanza notevole anche per il futuro della Ternana. Non ho mai parlato di carro armato quest'anno perché, solo in poche occasioni ho riscontrato tale mentalità. L'importante è riprogettare e ricostruirlo”.

Focus Cittadella: "Giocare contro i granata non è la stessa cosa, rispetto a tutte le altre avversarie. Ad esempio il Monza è andato al Tombolato, adattandosi al gioco dei granata. Chi si è snaturato ha fatto risultato mentre chi ha pensato di fare il proprio gioco poi ha perso”. Si riparte con diverse defezioni: “Almeno sei o sette assenze. Ad esempio Defendi non si è più allenato in gruppo, dopo l'espulsione. Anche Capuano ha provato a tornare in gruppo ma il responso è negativo. Proveremo a recuperare Bogdan. Non avremo Salzano, mentre Diakite è febbricitante. Inoltre Celli ha accusato un leggero problema muscolare mentre Pettinari farà una risonanza". Insomma la speranza di recuperare i vari acciacchi è risultata vana.

Il cammino delle Fere al ritorno in cadetteria: "La nostra continuità l'abbiamo trovata, poiché i risultati sono sempre stati quelli. Abbiamo sempre reagito dopo le tante cadute. Non siamo mai andati oltre le due sconfitte consecutive. Rialzarsi dopo una caduta da stimoli, mantiene uno spirito di combattimento”.

Sulla possibilità di vedere Gabriele Capanni, nel finale di torneo, il mister ci va giustamente cauto: "Gradualmente sta recuperando anche perché, lo ricordo, il ragazzo ha subito un'operazione. Stiamo seguendo un processo molto meticoloso. Se non riuscirà a tornare in campo, vedremo quali saranno le volontà del ragazzo e del Milan per la prossima stagione". Infine un passaggio sull’accordo con il Fulham: "Abbiamo provato ad ingaggiare alcuni calciatori e qualcuno mi ha chiesto dove si trova Terni e cos'è la Ternana. Il percorso di crescita è fondamentale anche in ottica mercato. Il raggiungimento di risultati e tali collaborazioni aiuta anche ad ampliare il raggio di azione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadella-Ternana, Cristiano Lucarelli: “Progettare e costruire il carro armato. Non possiamo sbagliare praticamente nulla”

TerniToday è in caricamento