rotate-mobile
Calcio

Ternana-Frosinone, Cristiano Lucarelli: “Onorare il campionato e la maglia. Gli unici rinforzi per il prossimo saranno quattro giovani”

Il mister rossoverde: “Affrontiamo una squadra di assoluto valore. La reputavo all’altezza di giocarsi la promozione diretta”

Sette punti in graduatoria separano le formazioni di Ternana-Frosinone. I ciociari occupano attualmente l’ultimo posto utile per disputare i Play off. La gara pertanto rappresenta un bivio per i rossoverdi, nel tentativo di rientrare in extremis nel discorso post season. A due giorni dalla gara del Libero Liberati è intervenuto in conferenza stampa mister Cristiano Lucarelli. “Affrontiamo una squadra di assoluto valore. La reputavo all’altezza di giocarsi la promozione diretta. Mi aveva davvero impressionato all’andata. Noi abbiamo il dovere morale di provarci, fino alla fine. A me già scoccia tantissimo leggere alcune cose, relative alla partita contro il Perugia. Pensavo ci fosse stata una crescita. Se ne parla da troppe settimane e non lo trovo di aiuto alla squadra”.

Il mister precisa: “Vogliamo vincere per noi stessi, finire il campionato in crescendo, da persone serie. Fino all’ultimo cercheremo di onorare il torneo e la maglia, a prescindere dall’avversario. Sarebbe gravissimo dare tutto se stessi solo contro il Perugia”. Recuperi ed infortuni: “I restanti allenamenti serviranno per capire chi potrà partire dal primo minuto. Ad esempio Sorensen probabilmente ha finito il campionato. Una lesione su una vecchia cicatrice. Per Capuano dobbiamo valutare, dopo l’allenamento assistito che ha ultimato. Inoltre manca dal campo da un po' di tempo quindi deve recuperare anche il ritmo partita”. Sistema di gioco: “Voglio valutare fino alla fine. La squadra, da un punto di vista tattico, è ricettiva. Da quello dei compiti tattici dobbiamo crescere”.

Sulle presenze al Liberati: “Per come mi ricordo la piazza di Terni sicuramente il numero di tifosi è inferiore, rispetto alle aspettative. Ci aspettavamo un po' più di affluenza. Tuttavia tengo a ringraziare lo zoccolo duro, i sempre presenti così come i ragazzi che ci sostengono sempre. In trasferta le presenze hanno un valore maggiore. Un problema un po' di tutti. Capisco che alle 14 di sabato è difficile venire allo stadio. Diventa complicato giocare a quell’ora lì. Pertanto ci sono delle giustificazioni”. Una precisazione: “Il nostro monte ingaggi è il dodicesimo, di tutta la Serie B”. L’orario ideale: “Il calcio per me è la domenica pomeriggio”.

Futuro di Cristiano Lucarelli: “Con il presidente ci parliamo spesso. Mi ha comunicato che l’anno prossimo gli unici rinforzi saranno quattro calciatori nati nel 2001. Ovviamente non ho problemi a lavorare con i giovani. Siamo una delle poche squadre che hanno un minutaggio bassissimo, relativo agli under. A me questo discorso va bene. Poi la comunicazione a contorno, deve essere fatta in una certa maniera”.

Infine il duplice pensiero: “Alla famiglia di Piermario Morosini. Inoltre mando un abbraccio alla città ed ai tifosi di Catania. Una perdita di una grande piazza calcistica. Sono convinto che risalirà in fretta con una nuova proprietà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana-Frosinone, Cristiano Lucarelli: “Onorare il campionato e la maglia. Gli unici rinforzi per il prossimo saranno quattro giovani”

TerniToday è in caricamento