rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Calcio

Ternana-Perugia, Cristiano Lucarelli: “Ultimi trenta minuti determinanti. I ragazzi meritano la cornice di pubblico del derby”

Il mister alla vigilia del match: “Non volevo fare la conferenza stampa per motivi scaramantici. Direzione di gara incontestabile”

Fermento, tensione e tantissima attesa. Il derby Ternana-Perugia chiuderà la stagione casalinga al Libero Liberati con il primato di presenze. Oltre 9 mila biglietti venduti ed il traguardo a cinque cifre a portata di tagliando. Mister Cristiano Lucarelli, alla vigilia del match, ha ricordato l’importanza della gara e le insidie che vi si nascondono.

“Essendo una settimana corta ci sono stati i tempi giusti per poter preparare la partita, da un punto di vista mentale. Una gara attesissima in città da onorare. Affrontiamo una squadra che detiene un ruolino di marcia impressionante in trasferta”. Le motivazioni: “Sono quelle di un derby. Inoltre vogliamo finire questo campionato con dignità non regalando niente a nessuno. Il nostro obiettivo è terminare il torneo nella parte sinistra della classifica".

Il cambio di passo a primavera con venti punti inanellati, nelle ultime dieci partite: "Abbiamo fatto delle cose importanti nel momento cui è stata raggiunta una virtuale salvezza. Domani è uno stress test importante, quindi sono curioso. Vorrei vedere se sotto stress il rendimento dei ragazzi sarà il medesimo delle ultime sette-otto partite”. La curiosità: "Non volevo tenere questa conferenza stampa per scaramanzia. Abbiamo sempre vinto quando non è stata fatta”.

Biancorossi obbligati a vincere per sperare nella poule post season: “Il Perugia difficilmente si snatura anche se ha la necessità di conquistare i tre punti. Tante gare le hanno risolte nei tempi di recupero, è una compagine molto concreta. Non ha bisogno di creare tantissimo. Penso alla vittoria di Reggio Calabria, ad esempio. Assomiglia molto al Cittadella. Ho sempre in mente il match di andata dove ci hanno pressato molto, soprattutto nel primo tempo. Occorreranno nervi salti e non perdere la bussola. Ci sono squadre che non ti consentono di fare il proprio gioco”. Pertanto: "Gli ultimi trenta minuti saranno determinanti".

Designazione arbitrale: "Incontestabile. Meglio di così è difficile auspicarsi. Faccio una battuta. Magari se domani ci spiegano quali sono i falli di mano da fischiare e quelli no, prima di iniziare".  Verso i 10 mila del Liberati "Siamo contentissimi. Tuttavia ci sarebbe piaciuto avere 4500 presenze di media in ogni partita. Ci siamo salvati con due mesi di anticipo, nonostante le mille difficoltà. La cornice di pubblico è quella che si meritano i ragazzi, soprattutto per le molteplici criticità che si sono avvicendate nel corso del campionato”. Infine le condizioni della squadra: "Faremo un briefing con lo staff medico un quarto d'ora prima di uscire e svolgere l'allenamento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana-Perugia, Cristiano Lucarelli: “Ultimi trenta minuti determinanti. I ragazzi meritano la cornice di pubblico del derby”

TerniToday è in caricamento