rotate-mobile
Calcio

Ternana, volata Play off: residue speranze per i rossoverdi. Lo scenario per centrare il grande obiettivo

Da inizio del mese di marzo le Fere hanno accelerato in modo notevole: due punti di media a partita e sedici lunghezze conquistate in otto gare

Una vera e propria accelerazione per raggiungere un grande obiettivo denominato Play off. Da inizio del mese di marzo la Ternana ha ottenuto 16 punti in otto partite frutto di cinque vittorie, un pareggio e due sconfitte. I ragazzi di Cristiano Lucarelli possono ancora ambire al traguardo degli spareggi, seppur con alcuni distinguo. La matematica ancora tiene in vita la speranza delle Fere che dovranno vincere le residue quattro partite di campionato.

Lo scenario

Dodici punti in quattro partite per arrivare a 59 punti. La vittoria ottenuta a Crotone non ha modificato la distanza dall’ultimo treno spareggi. Con il contestuale successo del Frosinone il distacco è rimasto invariato e con lo scontro diretto di Pasquetta, potrebbe ulteriormente assottigliarsi a quattro punti. Il destino delle Fere è legato altresì anche a Parma e Cittadella. Non basterà infatti fare bottino pieno e sperare che i ciociari o l’Ascoli arrestino quasi per intero la loro corsa. Ducali e veneti infatti dovranno almeno pareggiare un incontro per finire dietro la Ternana. A tal proposito i crociati affronteranno il Brescia, nell’incontro che chiuderà il programma della trentaquattresima giornata cadetta.

Alla squadra di Lucarelli, come detto, occorre fare bottino pieno e guardarsi intorno. Sulla carta il cammino più complicato ce l’ha proprio il Frosinone. Dopo la trasferta del Liberati i ragazzi di Fabio Grosso affronteranno Monza (casa); Spal (trasferta) e Pisa (casa). Per i bianconeri impegni a cospetto di Parma (fuori); Cittadella (casa); Cremonese (fuori) e Ternana. Gli emiliani dopo il Brescia sfideranno i marchigiani. Successive gare con Perugia, Alessandria e Crotone. Infine i granata che avranno sulla loro strada Alessandria, Ascoli, Brescia e Cosenza.

Da questo discorso va scomputato il Perugia, per questioni matematiche. Vincendo lo scontro diretto e dando per scontato del filotto di vittorie, la formazione di Alvini verrebbe scavalcata da quella di Lucarelli. Se guardiamo la classifica è raggiungibile il settimo posto dell’Ascoli (55) e l’ottavo occupato dal Frosinone (54). Di certo il calendario non agevola l’impresa: Frosinone, Benevento, Perugia ed Ascoli ossia tutte formazioni che precedono alla Ternana, con le quali sono stati ottenuti appena due pareggi, nel girone di andata. L’inversione di tendenza, soprattutto constatata in quest’ultimo mese e mezzo, lascia sperare i tifosi delle Fere. Il lunedì di Pasquetta si preannuncia scoppiettante, alla caccia di un sogno tutto da cullare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana, volata Play off: residue speranze per i rossoverdi. Lo scenario per centrare il grande obiettivo

TerniToday è in caricamento