Caos Serie B, il campionato cadetto non si ferma

La lega B ricorre al consiglio di stato a seguito dell'ordinanza del Tar Lazio

E' iniziata nella sede di via Rossellini a Milano l'assemblea straordinaria della lega B. All'ordine del giorno valutazioni e  determinazioni in merito al provvedimento reso dal Tar Lazio. Un'ordinanza impugnata dalla lega cadetta a seguito del ripristino della B a ventidue squadre

Il  blocco del torno cadetto

Una soluzione che potrebbe essere ufficializzata a breve: domani sera è in programma l'anticipo della nona giornata tra Palermo-Venezia. Il match si dovrebbe giocare alle 21 tra le due formazioni. Condizionale d'obbligo perchè, tra le tante ipotesi in ballo, quella della sospensione del torneo sarebbe la più verosimile. Il presidente della FIGC Gabriele Gravina è impegnato nel cercare di risolvere la delicatissima questione. Gli interessi sono rilevanti come le difficoltà tecnico organizzative nel ridisegnare la geografia della B 2018/2019. E proprio dal massimo esponente della Federcalcio, eletto appena tre giorni fa, che si attendono segnali significativi. Intanto il segretario della Lega Pro Francesco Ghirelli ha scongiurato il blocco per interno della C :"La nostra Lega si limiterà ad attuare le decisioni che la FIGC assumerà. Qualora i tempi non consentissero una programmazione definitiva delle gare delle società che aspirano ad essere ripescate o riammesse in serie B, le stesse verranno rinviate”. Molto probabile dunque che Ternana-Sambenedettese, in programma domenica al Liberati, non venga disputata. Da monitorare diversi step. Il primo riguarda il ritorno della cadetteria a ventidue società. Successivamente, qualora venga eseguita l'ordinanza Tar Lazio, sarà opportuno indicare le tre società ripescate. Cinque quelle interessate (Ternana, Novara, Catania, Siena e Pro Vercelli) più l'Entella la quale attende ancora la possibile riammissione. C'è naturalmente da fare i conti con i tempi stringenti: far iniziare il nono turno cadetto vorrebbe significare aumentare le difficoltà nel riorganizzare un campionato alle prese con il nuovo scenario post Tar. Insomma stavolta non si potrà proprio procrastinare alcuna decisione 

Le parole di Francesco Ghirelli

A tal proposito il segretario della Lega Pro Francesco Ghirelli, già citato in precedenza, ai microfoni di Radio Rai ha sottolienato: "Chiedo a Mauro Balata che si fermi la Serie B. Le partite di C di ieri sera non si potevano giocare altrimenti poi si sarebbero dovute annullare. Da un lato c'è la passione, dall'altro ci sono le regole da rispettare".

Aggiornamento dopo l'assemblea di lega

Contrariamente a quanto ipotizzato l'assemblea di lega non ha deliberato il blocco del campionato. Si proseguirà nonostante l'ordinanza del Tar lazio. Inoltre confermata la decisione di impugnare al Consiglio di stato il provvedimento adottato nella giornata di ieri  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento