Moto Gp, primo giorno di libere. Danilo Petrucci è indietro: “Occorre lavorare sul passo gara”

Il pilota della Ducati ha ottenuto il quattordicesimo tempo, davanti al compagno di scuderia Andrea Dovizioso

foto Ducati

Primo giorno di test per i piloti della Moto Gp sul circuito di Brno in Repubblica Ceca. Il terzo appuntamento della stagione, post emergenza sanitaria, conferma lo stato di grazia di Fabio Quartararo miglior parziale di giornata davanti a Morbidelli ed Oliveira. Piuttosto indietro le Ducati di Danilo Petrucci (1:57.620 ndr) ed Andrea Dovizioso rispettivamente quattordicesimo e quindicesimo. Il numero nove è alla ricerca del riscatto, dopo i primi due gran premi sfortunati.

“Sono abbastanza soddisfatto del lavoro portato a termine in questa prima giornata a Brno. Rispetto ai due gran premi di Jerez le mie sensazioni sono più positive e sono contento anche del mio feeling con la moto. Questa mattina siamo riusciti a trovare subito un buon ritmo, ma dobbiamo ancora migliorare la nostra prestazione al pomeriggio, lavorare sul passo gara e cercare di sistemare alcuni aspetti per limitare il consumo delle gomme, che tendono ad usurarsi molto con le alte temperature. Il turno di FP3 di domani mattina sarà molto importante – afferma Danilo Petrucci - anche per riuscire a qualificarsi nei primi dieci ed entrare direttamente in Q2”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

Torna su
TerniToday è in caricamento