Moto Gp, Danilo Petrucci la paura ed il sospiro di sollievo: “Mio padre è stato male. Ha fatto il tampone”

Il centauro si è raccontato in un’intervista alla Gazzetta dello Sport. La comprensibile apprensione per il padre: “Aveva tosse e febbre. Fortunatamente è risultato negativo al tampone”

foto Ducati

La comprensibile apprensione prima del sospiro di sollievo. Alla Gazzetta dello sport Danilo Petrucci ha raccontato un episodio capitato a suo papà, in questo momento delicatissimo per tutta la penisola: “La scorsa settimana ha avuto febbre e tosse. Successivamente ha fatto il tampone che è risultato negativo. Ho quindi preferito tornare a Terni dai miei”. Il Coronavirus ha causato la sospensione delle competizioni sportive. Il numero nove della Ducati attendeva di debuttare al Losail International Circuit ma poi, come è noto, c’è stato il semaforo rosso. Al momento è piuttosto complicato ipotizzare una ripresa, soprattutto perché l’esigenza primaria è quella di combattere e debellare la diffusione del virus: “Il decreto ci consentirebbe di poterci allenare all’aperto ma non sarebbe un bell’esempio. Cerco di fare come posso: negli ultimi giorni ho preso la bicicletta e sono andato su per colline da solo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stop delle competizioni: “Ho provato un senso di vuoto e tristezza quando mi hanno comunicato che non si sarebbe gareggiato in Qatar. Ti prepari per tantissimo tempo poi all’improvviso ti dicono che è tutto uno scherzo. Alla fine una piccola soddisfazione me la sono tolta durante i test. Sono stato l’unico che ha percorso per intero i ventidue giri consecutivamente”. C’è anche un piccolo aspetto positivo: “Questo periodo mi è tornato utile per curare vecchi acciacchi” ma il pensiero è solo uno: “In questo periodo la moto passa in secondo piano. Ho visto tantissima gente cantare l’inno d’Italia affacciata dai balconi. In questo disastro si è scoperto un senso di unità molto importante. Spero di vederlo anche nei politici italiani. In fondo non siamo di destra o sinistra ma siamo tutti italiani”.terni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Coop contribuisce a combattere il Coronavirus: “Abbassato il prezzo delle mascherine chirurgiche in vendita nei negozi”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento