rotate-mobile
Lunedì, 25 Settembre 2023
Sport

Scherma, Alessio Foconi dopo i Mondiali di Milano: “Ho tanta voglia di ricominciare”

Le considerazioni del campione ternano dopo la rassegna iridata: “C’è stata molta amarezza e dispiacere. Ora testa per la fase di qualificazione ai Giochi di Parigi”

Considerazioni e parole di Alessio Foconi dopo i Mondiali di scherma andati in scena a Milano. Al termine della rassegna iridata, il campione ternano ha fatto il punto della situazione sia su quanto successo a Milano che sugli impegni futuri, con vista sulla fase di qualificazione ai Giochi di Parigi 2024. 

“Il Mondiale sarebbe potuto andare sicuramente meglio rispetto a come lo avevo preparato ed al mio stato di forma, sia nella mia prova individuale che in quella a squadre”. L’aviere a Milano aveva ceduto il passo al giovane egiziano Tolba per l’accesso ai sedicesimi. “C’è stata molta amarezza e dispiacere. Le aspettative, infatti, erano alte, ma questo è lo sport, si vince e si perde nonostante l’allenamento e l’impegno. Ora sono in fase di riposo ed impiego il tempo libero sistemando gli impegni casalinghi, per cui per le vacanze vere e proprie se ne parlerà alla metà di agosto. Poi si ricomincerà con le attività lavorative della scherma, un campus e l’inizio della preparazione atletica”. 

Sguardo agli obiettivi futuri: “Con l’avvio della nuova stagione agonistica, a settembre, partirà l’anno olimpico, dove si conclude tutta la fase di qualificazione per i Giochi di Parigi 2024. La squadra non è ancora qualificata, e punteremo a farlo il prima possibile. Chiaramente il desiderio di fare bene è tantissimo. Ho tanta voglia di ricominciare, con la consapevolezza di tutti gli errori commessi e con la chiarezza del giusto approccio mentale da perseguire, maturato grazie a questa esperienza in più che non guasta mai. Il mio obiettivo è conquistare la partecipazione ai Giochi, sia per l’individuale che il posto in squadra, puntando a vincere in entrambi i casi; e lo dico con estrema serenità ormai, senza scaramanzie. So che devo allenarmi al massimo per riuscirci, e se poi le cose dovessero andare a mio favore, bene, se dovessero andar male, pazienza. Dobbiamo essere in pace, perché avremo comunque imparato, nella scherma e nella vita. La cosa certa è che metterò anima e corpo nel mio intento, darò il mille per mille”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scherma, Alessio Foconi dopo i Mondiali di Milano: “Ho tanta voglia di ricominciare”

TerniToday è in caricamento