rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Sport

Simone Faggioli trionfa nella cronoscalata della Castellana

Nella finale nazionale del Trofeo Italiano della Montagna il pluricampione toscano si è imposto d’autorità con la nuova Nova Proto 4x4. Oltre 180 i piloti al via nella gara orvietana, l'eugubino Gianni Urbani migliore degli umbri

E’ Simone Faggioli il vincitore della quarantottesima cronoscalata della Castellana, gara valida come finale nazionale del Trofeo Italiano della Montagna. Il forte pilota toscano, neo campione italiano della montagna, si è presentato a Orvieto con una vettura tutta nuova,  la Nova Proto 4x4 turbo, una sport prototipo inedita, unica ad essere dotata di trazione integrale, con la quale il pluricampione ha siglato anche il nuovo record del tracciato. Questa prima finale nazionale nella storia del Trofeo Italiano Velocità Montagna ha vissuto un’edizione di straordinario successo raccogliendo pieni consensi fra sportivi e istituzioni. Ed è stato spettacolo lungo i 6190 metri del tracciato umbro che porta a Colonnetta di Prodo , dove un folto pubblico si è assiepato già di primo mattino e, di concerto con la Direzione gara e ACI Sport, gli organizzatori dell’Asd La Castellana hanno preparato e poi gestito l’evento al meglio, affiancati anche dal Comune di Orvieto e dall’Automobile Club Terni.  
Due le manche di gara, e nella prima a fare meglio di tutti era l’abruzzese Stefano Di Fulvio, che peraltro aveva realizzato il miglior tempo nelle prove ufficiali di sabato, che precedeva Faggioli di soli quattro decimi. Il toscano rispondeva nella seconda manche siglando un tempo record che gli consentiva di salire sul gradino più alto del podio siglando la seconda vitttoria personale su questo tracciato dopo il successo del 2006.  Sul terzo gradino è salito il trentino  Diego Degasperi in gara con l’Osella Fa30 Zytek. Delusione invece per il pilota di casa, Michele Fattorini, che per tutto il week end ha accusato una serie di problemi tecnici alla sua vettura che non gli hanno permesso di prendere il via nella seconda manche, mentre è da sottolineare il decimo posto assoluto dell’eugubino Gianni Urbani, primo degli umbri al volante di una Osella PA 2000 motorizzata Honda. Sempre tra i piloti della nostra regione da sottolineare la prestazione della perugina Deborah Broccolini, vincitrice della Coppa Dame,  che come ogni anno ha promosso di concerto con gli organizzatori il Memorial Attilio Broccolini, in ricordo del papà, e che quest’anno andato a Eugenio Francesco Orlando sulla Peugeot 106 R che è stato il più veloce della classe 1600. Tra lgli altri risultati dei piloti di casa è anche da sottolineare la vittoria in gruppo Prod.E  per  l’orvietano  Gabriele Bissichini su Renault Clio Williams mentre nel gruppo delle auto storiche  si è imposto il veneto Denny Zardo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simone Faggioli trionfa nella cronoscalata della Castellana

TerniToday è in caricamento