menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palazzetto

Palazzetto

Ternana femminile, un bellissimo sogno svanito all’improvviso come il CLT

Si chiude una pagina storica per lo sport ternano, le similitudini con la squadra che aveva generato il medesimo entusiasmo al PalaDiVittorio

“The show must go on” si auspicavano tutti gli sportivi che hanno seguito con passione la Ternana calcio femminile. Purtroppo però, dopo sette anni di grandi soddisfazioni, le Ferelle non proseguiranno quello spettacolo che solo il calcio a 5 sa regalare. La Co.vi.sod. nei giorni scorsi ha infatti dato parere negativo dopo l’istruttoria relativa alla documentazione presentata. Il prossimo campionato sarà privo della compagine biscudettata e vincitrice anche di una Supercoppa Italiana

Similitudini con il CLT maschile

Il Circolo Lavoratori Terni di calcio a 5 si è imposto all’attenzione della Terni sportiva riuscendo a varcare i confini della massima competizione. Gli aziendali, è bene sottolinearlo, non hanno conquistato scudetti come le Ferelle ma sono stati capaci, tra il 2007/2008 e 2008/2009 a centrare due storiche qualificazioni ai quarti di finale della poule. Sono tante le similitudini che accomunano le due realtà, partendo da un presupposto: i gialloblù si sono imposti al maschile, le Ferelle al femminile.
In primo luogo le figure di Enzo Dolci e Damiano Basile capaci di scovare talenti indiscussi e portarli alla ribalta del futsal nostrano. Per il Circolo Lavoratori Terni ricordiamo Coco, Follador, Calderolli, Bessa per citarne alcuni. Dalla parte delle rossoverdi Tardelli, Renata, Jessika, Valeria, Neka, Vanessa senza dimenticare tutte le altre. La seconda riguarda la location: il PalaDiVittorio. Gremito in ogni ordine di posto per seguire i gialloblù come la Ternana femminile nonostante il logoramento palpabile evidenziato nel corso degli anni. Naturalmente altro elemento in comune l’affidarsi a fenomeni del calcio a 5 provenienti dalla patria del futsal ossia il Brasile. Un filo rosso che ha accumunato le due realtà come la scelta di dare ampio spazio ai rispettivi settori giovanili, lanciando anche ottimi prospetti su scala nazionale. Infine il sogno svanito all’improvviso, senza entrare nelle dinamiche e con finali differenti, ma con una sensazione di scoramento e delusione perché, come è accaduto con il CLT, ci mancheranno e davvero tanto le ragazze in rossoverde.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento