Ternana, dalla battaglia legale comune a partenze diverse per le ripescande

Cinque le società partecipanti al torneo di Serie C coinvolte nella vicenda ripescaggi

foto Ternana calcio

Un’intera estate a condividere la battaglia legale. Cinque società interessate (Ternana, Pro Vercelli, Siena, Novara e Catania), strategie diverse ed ora l’ultimo appuntamento condiviso del 23 ottobre. L’udienza di merito al TAR Lazio per decidere, finalmente, sui ricorsi presentati in merito a format cadetto e criteri di ripescaggio

La partenza delle società ripescate

Tre club inseriti nel girone A, i restanti rispettivamente in quello B e C. Tra tutte le compagini chiamate in causa è il Siena ad aver iniziato a scartamento ridotto. Tre pareggi in altrettante gare per i bianconeri con appena una rete all’attivo. Poco meglio ha fatto il Novara a quota 4 punti in virtù di un successo, un pari ed una sconfitta. Gli azzurri, dopo aver impattato contro la Juventus Under 23, hanno superato nettamente il Piacenza in trasferta (3-0 il finale ndr). Infine ecco il ko esterno a cospetto della Carrarese attualmente capolista del gruppo A. Con due pareggi ed un’affermazione c’è la Ternana di Luigi De Canio, al terzo posto virtuale nella graduatoria delle ripescande. I rossoverdi si pongono dietro il Catania a quota 7 e la sorpresa Pro Vercelli. I leoni piemontesi hanno vinto tutte e tre le gare di campionato e possono ambire a raggiungere la vetta della generale, dopo aver ultimato tutti i recuperi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Destini che si uniscono

Citando la celebre canzone dei Tiromancino i destini di tutte queste formazioni si uniscono sotto la medesima esigenza. Recuperare le prime tre partite di campionato con impegni infrasettimanali concatenati. Difficoltà logistiche e legate ad una condizione fisica da inseguire rispetto alle avversarie dei rispettivi gironi. Ci sono poi due ulteriori società le quali avranno enormi difficoltà ulteriori. Dovranno attendere il prossimo 23 ottobre Entella e Viterbese. I liguri sono sospesi tra B e C; i laziali tra il girone A e C della Lega Pro. Una situazione paradossale sulla quale il prossimo presidente della FIGC dovrà far fronte comune

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Ospedale di Terni, ulteriore stretta sugli accessi: i provvedimenti attuati per limitare la diffusione del Coronavirus

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento