menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tifosi della Ternana

Tifosi della Ternana

Ternana fuori dalla serie B, Latini e Proietti: ora confidiamo nella giustizia ordinaria

Il sindaco di Terni e l’assessore allo sport dopo la compilazione dei calendari della serie cadetta: inascoltati i nostri appelli, questo è un precedente grave

Il giorno dopo la grande esclusione, la città dell’acciaio si lecca le ferite. Forte la delusione per una scelta, quella della Lega di B, che lascia fuori la Ternana dal campionato cadetto. O che almeno tiene le Fere fuori dai giochi fino al 7 settembre, giorno in cui verrà discusso dal Collegio di garanzia del Coni il ricorso presentato dalla società rossoverde (assieme a Siena e Novara) sui ripescaggi.

Palazzo Spada

“Con rammarico constatiamo che i nostri appelli al rispetto della legalità e dell'etica dello sport non sono stati accolti”, dicono il sindaco di Terni, Leonardo Latini, e l’assessore allo sport, Elena Proietti. “Soltanto ieri abbiamo scritto una lettera a Giovanni Malagò, presidente del Coni, a Roberto Fabbricini, commissario straordinario Figc, e a Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo sport, affinché, nella composizione del campionato di calcio di serie B venisse osservato un rigoroso rispetto delle regole e consentita una valorizzazione delle Società virtuose come, appunto, la Ternana. Quanto accaduto ieri ha dell’incredibile. Modificare in corsa una norma, così come è stato fatto durante un iter amministrativo giunto quasi a conclusione, per di più da parte di un organo commissariale straordinario della Figc - concludono il sindaco e l'assessore - costituisce un precedente grave perchè toglie ogni certezza del diritto. Confidiamo che la giustizia ordinaria faccia il suo corso per ricondurre nella giusta direzione l'intera vicenda”.

Nevi (FI)

Sull’esclusione della Ternana interviene anche l’onorevole Raffaele Nevi (Forza Italia) che definisce “scandalosa la decisione della Federazione gioco calcio di far disputare il campionato di serie B a 19 squadre in barba alle regole della stessa Federazione. Al di là della penalizzazione per la Ternana calcio – commenta il parlamentare - è una vicenda che getta discredito sullo sport e per questo occorrerebbe una iniziativa forte del Governo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento