Ternana, inizia l’era Lucarelli: abbiamo fame di vincere un campionato, non c’è niente che mi spaventa

La presentazione del nuovo allenatore rossoverde: lottare in tutte le partite e riportare la gente allo stadio, con la squadra ci ritroveremo dal 17 agosto

Cristiano Lucarelli, foto Giacomo Sirchia

L’era di Cristiano Lucarelli inizia intorno a mezzogiorno dell’11 agosto del 2020. Anche se in realtà, squadra e nuovo mister si erano visti e “innamorati” già da qualche tempo. “Ci siamo subito piaciuti”, spiega il direttore sportivo delle Fere, Luca Leone. Ma “sono stati giorni lunghi – precisa il vicepresidente Paolo Tagliavento - e c’è voluto tempo per mettere d’accordo tutte le parti dopo un campionato segnato da difficoltà”. Soprattutto, c’è voluto tempo per sciogliere i legacci della burocrazia che legavano Lucarelli al Catania. Altrimenti, l’avventura del livornese in rossoverde sarebbe cominciata prima. Ma tant’è.

“Stiamo lavorando già da un po’ perché è scattata subito la scintilla”, conferma il nuovo mister, che poi mette subito le cose in chiaro su quella che sarà la sia metodologia di lavoro: “La gavetta mi ha aiutato nella crescita professionale. Non c’è niente che mi possa spaventare, un po’ per il mio carattere e un po’ per le esperienze”. Lucarelli è insomma pronto a rimboccarsi le maniche e a darsi da fare.

“Negli occhi del direttore e del vicepresidente ho visto una grande voglia di riscatto dopo alcune annate non proprio soddisfacenti. Il bello del calcio è che è imponderabile, quindi non si sa mai come possono andare le cose. Ho visto una società affamata che vuole tornare ad alti livelli e questo si sposa perfettamente con la mia idea. Ho la stessa fame di vincere un campionato, sono voluto partire dal basso perché alcune situazioni sono state per me importanti e mi hanno cresciuto tantissimo”.

Il mister sarà affiancato dal suo staff: preparatore dei portieri sarà Pietro Spinosa, “persona con cui ho già lavorato”. Richard Vanigli allenatore in seconda, “è sempre stato con me”, mentre il preparatore atletico è Alberto Bartali, che ha avuto anche un esperienza in Turchia con il Galatasaray. Infine, Ivan Alfonso è match analyist e responsabile dei calci piazzati.

La squadra si ritroverà il 17 agosto anche se per le norme anti-Covid non potrà lasciare per il ritiro. Oggi pomeriggio Lucarelli visiterà le strutture societarie, poi ci si metterà al lavoro per definire la squadra e cominciare a ragionare seriamente sul campionato 2020-2021.

“C’è l’intenzione di lanciare giovani, non perché vengono imposti ma come vere scelte. Il problema delle liste è relativo perché quando abbiamo parlato avrei voluto 23 giocatori, voglio gente che abbia un obiettivo e che pensi quotidianamente a raggiungerlo. In ogni caso, prima di fare delle valutazioni voglio parlare con ogni singolo calciatore, poi si prenderanno delle decisioni”.

Lucarelli ha comunque parlato di una “base molto buona” seppure da migliorare in alcune situazioni. “L’idea è quella di lottare al massimo fino alla fine in tutte le partite, come era nel mio carattere da calciatore, voglio trasmettere sicuramente questo, il dare tutto nei 90 minuti anche per riportare la gente allo stadio”. E per farlo, Lucarelli ha già in mente qualche modello a cui ispirarsi per costruire le Fere di domani. “La persona che mi ha fatto appassionare a livello tattico è stato Walter Mazzarri. Con lui ho avuto proprio un cambiamento radicale sul come preparare le partite. Come impostazione di pressing, mi piace molto l’atteggiamento del Liverpool di Klopp. Mi diverte molto nel vederli giocare e come mentalità, recuperando alti la palla poi si è più vicini alla porta ed è più semplice andare in rete”. Buon lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento