Ternana, si riapre uno scenario impensabile per il ripescaggio dei rossoverdi

L'edizione odierna della Gazzetta dello Sport annuncia sviluppi sul caos ricorsi

“Non vendere la pelle dell’orso prima di averlo ucciso”. Potrebbe esserci un vero e proprio colpo di scena, in questa estate davvero complessa, in termini di extracalcistici. Quando tutto presagiva ad un finale già scritto ossia il ripescaggio di Novara, Catania e probabilmente Siena, qualcosa si dovrebbe essere mosso nelle ultime ore

La clamorosa indiscrezione

È la Gazzetta dello Sport a riportare un’indiscrezione assai importante per le sorti della Ternana. I rossoverdi infatti, al momento, si troverebbero al di fuori del lotto delle ripescabili complice la sentenza del TFN, poi confermata dalla CAF, la quale cancella il punto D4 relativo agli illeciti amministrativi nelle stagioni di riferimento. Dopo il rinvio della stipula dei calendari, previsto per il 22 agosto in Serie C, medesimo epilogo in arrivo per la cadetteria. Ciò vorrebbe significare che non si andrebbe più il 6 agosto a Cosenza ma in data successiva. La rosa ipotizza un vero e proprio ‘strappo’ tra Lega B e FIGC su due aspetti: Serie B a 20 squadre proposta nell’assemblea di luglio e regolamentazione delle seconde squadre. L’idea della Federazione sarebbe quella di attendere l’udienza del Collegio di Garanzia del CONI per Ternana e Pro Vercelli. C’è inoltre il ricorso al TAR dell’Avellino che richiede l’ingresso dalla porta di servizio, in sovrannumero, con possibile verdetto emesso già lunedì 6 agosto. In questo caso la società di via della Bardesca avrebbe la possibilità di ribaltare la sentenza e quindi tornare tra le ripescabili, estromettendo Novara e Catania attualmente in pole. Perché questo passaggio è fondamentale? Perché nel caso in cui Roberto Fabbricini si dovesse pronunciare prima dell'udienza la Ternana solo in sovrannumero riuscirebbe a rientrare, senza ripescaggio, qualora venissero accolte le motivazioni addotte. E come riporta la Gazzetta dello Sport venerdì 10 agosto, la data della possibile udienza al CONI. Ricordiamo però che prima la CAF deve presentare le proprie motivazioni, attese per oggi, successivamente il reclamo potrà essere inoltrato

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La festa del Catania

Ieri sera allo stadio Massimino si è celebrata la festa del Catania. Si fa riferimento ad un ritorno in B che ora, se fossero confermate tutte le indiscrezioni, tornerebbe estremamente in bilico. Come da apertura dunque lo ribadiamo: “Non vendere la pelle dell’orso prima di averlo ucciso”. Chissà se l’epilogo sarà il medesimo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento