Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mafia, politica e Chiesa: torna Suburra. E c’è anche un po’ di Terni

Anche la seconda serie della fiction Netflix è scritta dalla ternana Barbara Petronio. La messa in onda dal 22 febbraio | IL TEASER

 

Venerdì 22 febbraio 2019. È questa la data prevista per la messa in onda della seconda serie di Suburra, crime thriller italiano che sarà programmato su Netflix.

Nel cast tornano tutti i personaggi - con i loro attori ad interpretarli - della prima stagione: Alessandro Borghi tornerà a vestire i panni di Aureliano e Claudia Gerini quelli di Sara Monaschi. Tornano Giacomo Ferrara come Spadino, Francesco Acquaroli come il Samurai, Filippo Nigro come Amedeo Cinaglia e Eduardo Valdarnini come Lele.

Tra gli autori della fiction c’è anche la ternana Barbara Petronio, vincitrice del David di Donatello per la migliore sceneggiatura originale nel 2017 per Indivisibili, e che nel suo curriculum vanta altre fiction di grandissimo successo come Romanzo criminale.

La seconda stagione della serie - prodotta da Cattleya in collaborazione con Rai Fiction e tratta dall’omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini - è ambientata, a livello temporale, solo tre mesi dopo la fine della prima e vedrà le nuove puntate incentrate sulle elezioni comunali nella capitale. La fiction racconterà in 8 episodi la battaglia fra politica, Chiesa e criminalità organizzata per il controllo della città eterna.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TerniToday è in caricamento