Martedì, 26 Ottobre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, il “miracolo” di Todi: così abbiamo contenuto la diffusione del virus

Contagi abbattuti del 75% grazie ad un sistema di contact tracking seguito dal centro operativo comunale. I dettagli dell’operazione in un’intervista

Contagi abbattuti nel comune di Todi in maniera duratura del 75% grazie alla costituzione di un centro di contact traking all’interno del centro operativo comunale (Coc), aperto 7 giorni su 7 e a orario continuato, in supporto alla Asl. Un esempio diventato benchmark in Italia, da diffondere perché i risultati sono di grande importanza e consentono di affermare che si tratta di un esperimento di successo da diffondere nel Paese. Un risultato dovuto alla sinergia tra Asl, Comune e associazioni di volontariato (di cui è tanto ricco tutto il nostro Paese). Un caso che non era conosciuto e che si può replicare dovunque.

“Anzi – commenta GiuseppeCastellini, direttore dell’agenzia di stampa Mediacom043, che ha realizzato intervista - non si capisce perché non si sia già provveduto in tal senso, almeno nelle aree a maggior contagio, visto tra l’altro che presenta costi pari a zero o quasi e che i centri operativi comunali sono presenti per legge in tutti i comuni italiani”.

Protagonista dell’intervista è il vicesindaco di Todi, Adriano Ruspolini, che fin dall’inizio segue tutta l’operazione.

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, il “miracolo” di Todi: così abbiamo contenuto la diffusione del virus

TerniToday è in caricamento