Folk e liscio come non li avete mai sentiti: comincia il viaggio della Piccola orchestra del Rio grande

Quattro musicisti si ritrovano e mettono insieme un repertorio che fonde jazz, tradizioni italiane e latino americane. E come palcoscenico, le bellezze storiche, artistiche e ambientali di Amelia

Se non ci si fosse messa di mezzo l’emergenza sanitaria, probabilmente ognuno di loro avrebbe continuato la sua “normale” attività. Tour per il mondo, sessioni in studio di registrazione, concerti in giro per l’Italia. E invece, il Coronavirus ha rivoluzionato i piani un po’ di tutti. Ma quello che all’apparenza sembrava un ostacolo, si è trasformato in un trampolino di lancio.

Anzi, meglio: un palcoscenico. Il palcoscenico della Piccola orchestra del Rio grande. Giorgio Paoluzzi, fisarmonica, Valter Vincenti, chitarra, Sandro Rosati, basso, Valter Sacripanti, batteria. Una vita musicale insieme, poi un’altra che li porta a percorrere strade professionali ed artistiche diverse e un’altra ancora che li fa rincontrare. Nasce così questo “esperimento” che mette insieme ingredienti della musica folk, del liscio, della musica leggera. Ma che ha anche chiare le sue radici: filo conduttore, “set” di ogni performance è Amelia, le sue bellezze e la sua storia, dal parco del Rio grande – appunto – fino al prezioso Teatro sociale. Un mix di stili, colori, gusti che insieme suonano davvero bene. Un po’ anche grazie ad Alessandro Quadraccia, che si è occupato della fonica di questo progetto che ora sbarca sui social e sulle piattaforme digitali con una serie di video che verranno pubblicati a partire.

Un primo “assaggio” è questa Delicado, un successo di Percy Faith, riarrangiata dalla Piccola orchestra, che però ha messo le mani anche su Romagna mia, opera di Secondo Casadei, su Ciliegie rosa e sulla Cumparsita.

Il sogno, neanche a dirlo, è quello di passare dal mondo virtuale a quello reale. E tornare presto a suonare dal vivo. E assieme a loro, lo sogniamo un po’ tutti.

Buon ascolto!

Si parla di

Video popolari

Folk e liscio come non li avete mai sentiti: comincia il viaggio della Piccola orchestra del Rio grande

TerniToday è in caricamento