Sabato, 25 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Chi vive a fine mese del proprio lavoro si deve unire contro chi vive a fine mese del lavoro di altri”

Intervista a Eduardo De Dominicis, segretario del Partito comunista dell’Umbria. “I partiti sono macchiette di sé stessi. A livello nazionale governano tutti insieme, ma poi a livello locale devono indossare la maschera degli oppositori”

“Le fasce del proletariato sono amplissime in questa fase storica. Una larga fascia del ceto medio si sta proletarizzando. E poi ci sono ‘finti’ imprenditori che lavorano come dipendenti ma hanno la partita Iva, per cui la vera impresa è arrivare a sbarcare il lunario. Chi vive a fine mese del proprio lavoro si deve unire contro chi vive a fine mese del lavoro di altri”.

Intervista a Eduardo De Dominicis, giovane ternano e segretario regionale del Partito comunista dell’Umbria.

“A sinistra c’è una situazione evidentemente frammentata. Quello del Partito comunista – dice - è un progetto che vuole essere una rinascita di qualcosa che è completamente differente rispetto a ciò che c’è nell’arco parlamentare da vent’anni a questa parte. Questo partito vuole una rottura dei vincoli dell’Unione europea, della Nato e della moneta unica che si fondano su patti che sono stati fatti sulla pelle dei popoli”.

Dal nazionale al locale, passando per le vertenze che tengono banco nell’agenda economica e politica di Terni. “In questa situazione politica, le amministrazioni locali sono alla stregua di amministrazioni di condominio e passacarte. Alla Treofan abbiamo visto passerelle di tutti. Di tutti quelli che governavamo assieme a Roma, ma che non hanno fatto nulla. Credo che la salvezza di uno Stato sia una res pubblica che funziona, che è efficiente, severa con sé stessa”.

I partiti, infine, che vengono definiti come “macchiette di sé stessi: a livello nazionale governano tutti insieme e a livello locale poi devono indossare la maschera degli oppositori”.

Si parla di

Video popolari

“Chi vive a fine mese del proprio lavoro si deve unire contro chi vive a fine mese del lavoro di altri”

TerniToday è in caricamento