Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Migranti della 'Diciotti 'a Otricoli: "Vogliamo iniziare a lavorare per aiutare le nostre famiglie"

Il sindaco: "Devono capire come siamo noi per integrarsi al meglio"

 

I migranti della 'Diciotti' sono arrivati ieri ad Otricoli. I 4 ragazzi eritrei sono stati accolti nella scuola elementare Pio XII, allestita per l'occasione, dal sindaco Antonio Liberati, dall’assessore alle politiche sociali Donatella Leonelli, dal parroco e dal presidente dell’associazione di volontariato San Martino, Francesco Venturini.

"Noi cercheremo di capire loro, loro devono capire noi per integrarsi al meglio. Ci siamo raccordati con l'amministrazione comunale e con le forze dell'ordine per monitorare la situazione e soprattutto ci siamo raccordati con l'Asl per la salubrità loro e la nostra che ci entreremo in contatto. Poi gli sviluppi si vedranno", ha detto il sindaco Liberati.

Agli ospiti, di età compresa tra i 23 e 32 anni, è stato illustrato sommariamente il paese e la struttura dove vivranno, seguiti da due operatori e un mediatore culturale e dall’equipe di medici e psicologi locali che ha fatto una prima visita di conoscenza dei giovani.

"Che vi aspettate dall'Italia?", è stato chiesto loro. "Speriamo di imparare una nuova lingua e iniziare a lavorare per aiutare le nostre famiglie".

Oggi e domani i ragazzi si riposeranno. Per loro, lunedì, è previsto un primo accompagnamento per l’espletamento delle pratiche burocratiche, per l’inserimento nel nuovo contesto abitativo e sociale, per l'assistenza medica e per l'accesso ai servizi presenti sul territorio.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TerniToday è in caricamento