Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un cuore per San Valentino, l'omaggio dei paracadutisti del 'The Zoo'

Un lancio pensato per celebrare l'amore e il patrono della città

 

Un lancio veramente particolare quello di oggi pomeriggio, 16 febbraio, all'aviosuperficie. Un lancio pensato proprio in onore di San Valentino e che altro non poteva che rimandare al cuore, simbolo degli innamorati.

Alle 15, al 'The Zoo', realtà emergente del panorama italiano e che svolge la sua attività all'inyerno dell'aviosuperficie di Terni, un gruppo di 10 paracadutisti, capitanati dal ternano Loris Antonelli, hanno realizzato per la prima volta in Italia un cuore.

Gli atleti, arrivati a mille e cinquecento metri d'altezza, si sono gettati dall'aereo, un Gran Caravan e dopo aver eseguito la coreografia studiata per l'occasione hanno aperto il paracadute in sicurezza.

Il lancio “del cuore” è una iniziativa voluta e coordinata tra tutti i soggetti coinvolti nell’aviosuperficie (centro di paracadutismo the zoo, l’associazione nazionale paracadutisti d’italia sezione di Terni, ristorante pippi & mum, aeroclub di terni) viene proposta per la prima volta in Italia per propagandare, far conoscere ed avvicinare le persone ad una realtà quella dell’aviosuperficie fiore all’occhiello della città e le sue discipline tra le quali il paracadutismo.

All'evento presenti anche le istituzioni. A fare il tifo per i ragazzi c'erano il sindaco Leonardo Latini, l'assessore al Welfare Marco Celestino Cecconi, il consigliere regionale Emanuele Fiorini e l'assessore allo sport Elena Proietti che per la prima si è anche lanciata con il paracadute.

Lo 'Special team'

I dieci paracadutisti che hanno 'costruito' il cuore sono: Loris Antonelli, Domenico Caparrotti, Antonio Rubeca, Massimiliano Piccolo, Piero Ocello, Vittorio Reale, Roberto Colombini, Massimiliano Rodofili, Danilo Pallottini e Massimo Dalchiele.

Il velivolo

Un Gran Caravan che è arrivato a 4.500 metri d'altezza per poi scendere a mille e cinquecento per il lancio dei paracadutisti.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TerniToday è in caricamento