“This is Opera”, il ritorno degli Uto: ecco il nuovo album

Dal successo di Arezzo Wave ad un lungo silenzio, la band ternana torna con un lavoro prodotto da Paolo Benvegnù. Il primo singolo si intitola “Miranda 2.0”

 

Era il 2000 quando gli Uto si imposero sulla scena rock alternativa italiana. La vittoria ad Arezzo Wave portò la band ternana sui palchi di tutta Italia al fianco di artisti nazionali ed internazionali di primissimo piano come Guano APes, Blonde Redhead, Marlene Kuntz e Porcupine Tree.

L’attività live venne accompagnata da un importante lavoro in studio che portò alla pubblicazione di diversi Ep: Violapianobar, Gaffebox (d’amore e chimica), Food Noir - prodotto da Marco Capaccioni e Alberto Brizzi, in quegli anni al lavoro anche con Subsonica e Frankie Hi NRG - e Roxtar.

È seguito poi un lungo periodo di silenzio che oggi si interrompe con l’uscita del nuovo singolo “Miranda 2.0”, parte integrante del nuovo lavoro della band. SI chiama This is Opera: le musiche di Giorgio Speranza trovano vita nei testi poetici di Fabio Speranza e cuore nella produzione di Paolo Benvegnù, fondatore degli scisma e protagonista della scena musicale indie, pop e rock italiana.

Il disco, registrato presso gli Studi Jork di Dekani in Slovenia e missato dal fonico Michele Pazzaglia con dodici pezzi e disponibile in cd e vinile, uscirà il prossimo 8 novembre per Goodfellas e in contemporanea arriverà nelle librerie la prima raccolta di poesie del cantante Fabio Speranza dal titolo Scattiamatoriali (Ensemble Editore).

Al momento sono già programmate tre date live per la presentazione di This is Opera: il 24 novembre al teatro Manlio di Magliano Sabina (RI), il 30 novembre al teatro Boni di Acquapendente (VT) e il 12 dicembre all’auditorium San Domenico di Foligno.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TerniToday è in caricamento