Amministrative 2020 – Ferentillo, intervista a Elisabetta Cascelli candidata sindaco per la lista: “Insieme per Ferentillo”

“Ho deciso di candidarmi su richiesta di molti compaesani che mi hanno manifestato la loro esigenza di cambiamento di passo e di una amministrazione comunale più trasparente e vicina ai cittadini”

foto Elisabetta Cascelli

Intervista a Elisabetta Cascelli candidata sindaco per la lista: “Insieme per Ferentillo”

Quali sono i principali motivi che l’hanno spinta a presentare la propria candidatura a sindaco di Ferentillo?

“Vivo a Ferentillo da oltre trent’anni. Ho costruito la mia casa e cresciuto mia figlia; qui svolgo la mia professione di farmacista. Ho deciso di candidarmi su richiesta di molti compaesani che mi hanno manifestato la loro esigenza di cambiamento di passo e di una amministrazione comunale più trasparente e vicina ai cittadini”

Quali i punti cardine su cui si basa il vostro programma elettorale e gli obiettivi che volete perseguire nel breve/medio periodo?

“Lo sviluppo economico sostenibile con il sostegno delle attività imprenditoriali e tradizionali (agricoltura ed allevamento) e la creazione di un Marchio Ferentillo per la promozione dei prodotti. Ripopolamento dei nostri meravigliosi borghi con viste mozzafiato tramite la realizzazione di servizi mancanti (part. sanità pubblica) ed il potenziamento di quelli già esistenti (es. trasporti, metanodotto, fibra). Partecipazione attiva ed effettiva dei cittadini alla attività amministrativa, con il supporto ai comitati di frazione promossi dal mio gruppo fin dalla scora legislatura e l’istituzione di un question time con periodicità almeno mensile”.

“Senz’altro – aggiunge - la valorizzazione del patrimonio immobiliare comunale e la manutenzione ordinaria dei capoluoghi e delle frazioni. Tutti gli obiettivi del nostro programma sono prioritari, ma credo questi possano essere attuati nell’immediato”.

Ci racconta come è andata la campagna elettorale? Quali sono state le principali richieste sottoposte dalla comunità e/o le esigenze avvertite dai cittadini?

“Con la pandemia abbiamo dovuto rimodulare la campagna elettorale creando incontri più numerosi e diffusi, diversificati anche per fasce orarie e dislocati in modo capillare su tutto il territorio comunale: oltre ai tradizionali comizi sulle piazze, abbiamo organizzato incontri conviviali presso le nostre attività e passeggiate con i residenti per i nostri borghi per prendere visione diretta delle problematiche.

Questo modo di fare campagna elettorale, strutturato per evitare grandi assembramenti, ha avuto un’ottima risposta da parte dei cittadini che ci hanno seguito con entusiasmo, sia in presenza che sui social.

Le richieste principali riguardo le esigenze primarie come la manutenzione stradale e l’illuminazione pubblica oltre all’efficientamento dei servizi per il cittadino (part. sanità pubblica, trasporti, fibra, acquedotto e metanodotto)".

Una breve presentazione della sua squadra di candidati in vista della consultazione elettorale

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La mia non è una squadra improvvisata all’ultimo momento, stiamo lavorando insieme da tempo a questo progetto e molto bene. Tutti diversi per personalità, ideologia, competenza età e genere. Proprio per questo ognuno di noi dà al meglio il suo apporto al nostro progetto: professionisti sanitari, legali, tecnici, architetti, insegnanti, mamme lavoratrici, allevatori, imprenditori. Tutte persone abituate a trovare soluzioni ed organizzare al meglio il lavoro da fare –conclude - individuando le priorità anche in relazione ai vincoli di bilancio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento