NarniToday

Avis, raccolta ancora in calo: appello ai donatori

Domenica all’auditorium San Domenico di Narni l’assemblea regionale dell’associazione. “Non siamo ancora in emergenza grazie alle aperture domenicali”

L’Avis regionale dell’Umbria ha convocato per domenica 28 aprile alle 8.30 presso l’auditorium San Domenico di Narni la 48esima assemblea generale degli associati. Una giornata di confronto, di esposizioni di numeri e di dibattito sulle relazioni associative per implementare le donazioni di sangue e di plasma.

Il dossier Avis evidenzia “un ennesimo calo delle donazioni nel 2018, seppur meno rilevante rispetto all’anno precedente. La minore richiesta di sangue – commenta il presidente Andrea Marchini - permette di concentrare le donazioni sulle reali necessità regionali”. A seguito degli incontri di fine 2018 al Crs (Centro regionale sangue), l’Avis Umbria si è posta l’obiettivo primario dell’aumento delle donazioni di plasma. In questo momento, la raccolta regionale di sangue “non si trova in una situazione di emergenza ma di stabilità – concludono da Avis Umbria – anche grazie alle aperture domenicali in tutta la regione, nella terza domenica del mese. Un esperimento valido e necessario, non ancora continuo nei punti di raccolta di Terni, Narni, Orvieto e Foligno dove si sono registrate 380 sacche in più sul totale complessivo e una conferma per il Sit di Perugia e per l’ospedale di Pantalla”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento