rotate-mobile
Narni Narni

Corsa all'Anello, è arrivato il momento delle cerimonie di carattere liturgico

Stasera in programma l'offerta dei ceri. Domani, giornata dedicata a San Giovenale, patrono di Narni

Alla Corsa all'Anello di Narni è arrivato il momento delle cerimonie di carattere liturgico. Quelle più suggestive ed importanti.  Stasera (martedì 2 maggio) è in programma una delle rievocazioni più belle, quella dell'offerta dei ceri. La cerimonia avrà luogo come sempre in Cattedrale alla presenza del vescovo monsignor Francesco Antonio Soddu e delle rappresentanze dei tre terzieri, con a capo Priori e Capo Priori. La cerimonia prende il nome di “De Cereis et Palii Offerendi”, che tradotto sta a significare per l'appunto "Offerta dei ceri e dei palii". Si tratta della rievocazione della tradizionale offerta al patrono.
La luminaria delle autorità comunali e pontificie, delle corporazioni, dei castelli, alla luce di ceri e fiaccole, porgerà il proprio omaggio al vescovo della diocesi di Terni, Narni e Amelia. Sfileranno in costume medievale i nobili e le magistrature cittadine che dal palazzo comunale si recheranno nella Cattedrale recando in mano un grande cero che verrà donato al vescovo in segno di devozione al Santo Giovenale. A mezzanotte, sugli scaloni del duomo, ci sarà “Acali de' San Giovenale”, una sorta di inno goliardico dei contradaioli, entrato da anni nella tradizione della festa.
Domani, mercoledì 3 maggio, è il giorno dedicato al patrono San Giovenale, con importanti appuntamenti in programma. Tra questi la messa solenne, anche questa celebrata dal monsignor Soddu, cui farà seguito la processione per le vie e le piazze del centro storico di Narni, con il busto del santo. Nel pomeriggio in piazza dei Priori spazio alla giostra equestre con il tradizionale appuntamento della "Corsa all'anello storica".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corsa all'Anello, è arrivato il momento delle cerimonie di carattere liturgico

TerniToday è in caricamento